Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sondaggi politici, italiani preoccupati da "assembramenti" e poco rispetto regole

© Sputnik . Tatyana Volobueva / Vai alla galleria fotograficaPassanti in una via di Milano
Passanti in una via di Milano - Sputnik Italia
Seguici su
Le opinioni dei cittadini in merito alla Fase 2 e le intenzioni di voto degli italiani se fossero chiamati alle urne oggi al centro del sondaggio di questa settimana di Termometro Politico.

Alla maggior parte dei cittadini italiani non piace l'idea del ministro Boccia sull'introduzione della figura dell'assistente civico per il rispetto delle regole di sicurezza anti-contagio, tuttavia la maggioranza è preoccupata dal poco rispetto delle norme di sicurezza e dagli assembramenti. E' il quadro che emerge a seguito di un sondaggio di Termometro Politico relativo alle opinioni degli italiani in merito alla Fase 2, alla fiducia nel governo di Giuseppe Conte e alle intenzioni di voto dei cittadini.

Se vi fossero le elezioni politiche, la Lega sarebbe ancora il primo partito, anche se sotto la soglia del 30% fermandosi al 29,5%. Alle spalle del partito di Salvini troviamo il Pd, che godrebbe il 21,1% dei consensi in base agli ultimi sondaggi. La terza forza politica è rappresentata dal Movimento Cinque Stelle con il 15,3%, col fiato sul collo di Fratelli d'Italia, sempre più vicino con il 14%. Poi seguono Forza Italia con il 5,7% e Italia Viva di Renzi con il 3,5%.

Più della metà degli italiani, il 56,2%, fa sapere di non avere fiducia nel governo giallorosso, contro il 43,3% che invece lo gradisce. La maggioranza relativa degli italiani, pari al 44,6% degli intervistati, crede inoltre che bisognerebbe votare il prima possibile, mentre il 10,5% sceglierebbe un governo di unità nazionale con tutti i partiti. Solo il 43,2% afferma invece di preferire l'attuale esecutivo.

Il 42,5% degli italiani si dichiara preoccupato per il fatto che le norme anti-contagio non vengono rispettate.

Bocciatura netta degli assistenti civici proposti dal ministro Boccia. Per il 37,7% si tratterebbe di persone senza competenze, mentre il 32,8% la definisce invece una misura autoritaria e ritiene che non solo i controlli presenti siano sufficienti, ma che siano addirittura eccessivi.

Ricordiamo che a partire da oggi in Italia sono di nuovo stati autorizzati i trasferimenti interregionali sullo sfondo di una migliore situazione epidemiologica registrata dall'inizio della Fase 2.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала