Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Terracciano: medici militari di Russia e Italia rimarranno in contatto per combattere Covid-19

© Sputnik . Alexander Natruskin / Vai alla galleria fotograficaL'ambasciatore d'Italia nella Federazione Russa Pasquale Terracciano
L'ambasciatore d'Italia nella Federazione Russa Pasquale Terracciano - Sputnik Italia
Seguici su
I medici militari di Russia e Italia manterranno i contatti e continueranno a scambiarsi informazioni ed esperienza sulla lotta contro la pandemia di coronavirus, ha affermato Pasquale Terracciano, Ambasciatore della Repubblica Italiana a Mosca.

Durante un briefing online con i media russi, l’ambasciatore italiano a Mosca, Pasquale Terracciano, ha spiegato come la collaborazione tra istituti di ricerca italiani e russi sia iniziata immediatamente all’apparire dell’emergenza del coronavirus e come la presenza della missione sanitaria dei medici militari russi in Lombardia abbia permesso di stabilire una seria cooperazione e uno scambio di esperienze in questo settore.

L’ambasciatore ha confermato ai giornalisti che i medici militari dei due paesi hanno intenzione di continuare tali contatti e mantenere attivo lo scambio di esperienze di lavoro clinico con i pazienti.

Dal 22 al 25 marzo, 15 aerei delle forze aerospaziali russe sono arrivati ​​in Italia con virologi militari ed esperti del Ministero della Difesa della Federazione nel campo dell'epidemiologia. Hanno portato otto squadre mediche per combattere il coronavirus, nonché attrezzature per misure diagnostiche e per la disinfezione. 104 specialisti militari russi, 32 dei quali medici, hanno operato in Lombardia. Successivamente altri due carichi con materiali utili alla missione sono atterrati agli aeroporti di Bergamo e Verona.

Gli specialisti della Federazione Russa hanno disinfettato le case di cura in circa 100 insediamenti lombardi, hanno trattato 119 edifici e strutture, oltre 1,2 milioni di metri quadrati di interni e oltre 450 mila metri quadrati di strade asfaltate. Inoltre, durante il lavoro dei medici russi nell'ospedale da campo di Bergamo, 112 pazienti sono stati presi in cura.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала