Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Firenze ricorda con un albero chi ci ha lasciati a causa del Covid-19

Seguici su
A Firenze nasce il bosco della memoria dedicato alle vittime della pandemia da Covid-19. Ad ogni albero il nome di una vittima del nuovo coronavirus della città di Dante.

A Firenze nasce un “piccolo bosco nel quale ogni nuovo albero sarà dedicato ad una vittima del Covid-19 della nostra città”, lo scrive il sindaco Dario Nardella.

I primi alberi di Dona un Albero sono stati piantati come “simbolo di rinascita”, così da “ricordare nei decenni le persone a noi care”.

Il progetta ha radici nel 2019, su iniziativa dell’assessora all’ambiente Cecilia Del Re, gli alberi adottati dovevano servire per rendere Firenze più verde. Poi il lockdown ha fermato tutto e gli eventi luttuosi si sono moltiplicati anche nella città di Dante, così ecco nascere l’idea di dedicare ogni singolo albero a chi non ce l’ha fatta perché possa essere ricordato anche nei decenni a venire.

La memoria

Anche la pandemia da Covid-19 entrerà a far parte della memoria degli italiani e i simboli come il bosco dedicato alle vittime voluto a Firenze, sarà probabilmente solo uno dei primi simboli a futura memoria.

Intanto i parchi riaprono a Firenze

La Città di Firenze fa sapere che il Parco di Villa il Ventaglio è già aperto e fruibile dal pubblico, mentre martedì 2 giugno riaprirà il giardino di Villa Bardini con orario prolungato fino alle ore 21 per diluire la presenza dei cittadini.

I bambini sono invitati a partecipare con i genitori, senza fare assembramenti, all’apertura del 2 giugno. Il Comune offrirà colazioni e merendine gratuite. Tale iniziativa si ripeterà tutti i sabati e le domeniche di giugno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала