Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pompeo parla al Congresso di una Hong Kong non più autonoma dalla Cina

© AP Photo / Ng Han GuanLe proteste a Hong Kong
Le proteste a Hong Kong - Sputnik Italia
Seguici su
Il 28 maggio, il Congresso nazionale popolare cinese dovrebbe votare il disegno di legge che sancisce il divieto di "attività separatiste, sovversive e terroristiche" insieme a qualsiasi forma di interferenza straniera su Hong Kong.

Il Segretario di stato americano Mike Pompeo ha twittato di aver informato il Congresso degli Stati Uniti del cambiamento nello status di Hong Kong in relazione alla dipendenza dalla Cina.

"Oggi ho riferito al Congresso che Hong Kong, dati i fatti sul campo, non è più autonoma dalla Cina. Gli Stati Uniti stanno con il popolo di Hong Kong", si legge nel tweet del Segretario USA Pompeo.

La scorsa settimana il Consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Robert O’Brien ha affermato che Washington potrebbe adottare sanzioni contro la Cina se il governo di Pechino dovesse compromettere l’autonomia di Hong Kong.

Domenica scorsa, 24 maggio, migliaia di manifestanti sono scesi in piazza a Hong Kong per protestare contro l'approvazione del documento, che, secondo l'opposizione, è contrario al principio di "un paese, due sistemi".

Almeno 180 persone sono state arrestate durante le proteste, secondo la polizia che ha usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti che, tra le altre cose, hanno bloccato il traffico e distrutto gli esercizi commerciali.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала