Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Maggior parte di paesi OPEC+ non vuole cambiamenti nella produzione di petrolio a luglio

© AFP 2021 / Ryad Kramdi OPEC. (File)
OPEC. (File) - Sputnik Italia
Seguici su
La maggior parte delle nazioni dell'OPEC + vuole preservare le condizioni di aprile dell'accordo e ridurre la produzione di petrolio di 7,7 milioni di barili al giorno a partire da luglio, ma ci sono alcune obiezioni, ha detto una fonte in una delegazione mercoledì.

I paesi dell'OPEC+ hanno in programma di tenere una videoconferenza di due giorni dal 9 al 10 giugno per discutere della situazione del mercato dell'energia e dei primi risultati dell'accordo. Prima di questo l'8 giugno il comitato di monitoraggio ministeriale dell'OPEC+ terrà dei colloqui. Alcuni membri dell'alleanza non escludono che i parametri di riduzione del petrolio, in particolare quelli relativi al periodo che inizia a luglio, potrebbero essere modificati in questi negoziati.

"La situazione è la seguente: la maggior parte delle delegazioni ritiene che le condizioni dell'accordo dovrebbero rimanere invariate e che la produzione dovrebbe essere ridotta di 7,7 milioni di barili al giorno a partire da luglio. Ci sono obiezioni, non esiste ancora una decisione comune. La leadership dell'OPEC sta ora contattando i delegati per la questione. La decisione verrà presa durante la riunione", ha affermato la fonte.

La fonte ha confermato che i primi risultati del nuovo accordo sarebbero stati discussi durante i colloqui di giugno.

"Il mercato reagisce positivamente, ma permangono dei rischi, poiché la situazione del coronavirus rimane poco chiara", ha aggiunto la fonte.

Il crollo dei prezzi del petrolio e i tagli dell'OPEC+

I prezzi del petrolio sono diminuiti drasticamente all'inizio dell'anno a causa dell'incapacità dei paesi OPEC+ di raggiungere un accordo sulla riduzione della produzione di petrolio e delle misure di restrizione attuate dai paesi nel tentativo di frenare la pandemia di coronavirus. Tuttavia, i membri del gruppo sono riusciti a raggiungere un accordo a metà aprile che mira a stabilizzare il mercato petrolifero.

In particolare l'OPEC+ ha concordato il 12 aprile di ridurre la produzione di petrolio di 9,7 milioni di barili al giorno da maggio a giugno, 7,7 milioni nella seconda metà dell'anno e 5,8 milioni ulteriormente fino alla fine di aprile 2022.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала