Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Roma, multa fino a 500 euro per chi lascia a terra guanti o mascherine

© Foto : Evgeny UtkinFase 2, una donna con un cane a Milano
Fase 2, una donna con un cane a Milano - Sputnik Italia
Seguici su
Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha firmato un'ordinanza secondo la quale chiunque abbandoni dispositivi di protezione come mascherine o guanti su marciapiedi, strade, piazze, parchi, ville e spiagge rischia una multa da 25 a 500 euro.

A Roma chi abbandonerà guanti o mascherine per strada nella capitale rischierà una sanzione che va da 25 a 500 euro. Questa è l'ultima ordinanza firmata dal sindaco Virginia Raggi che avrà validità fino al 31 luglio. E' vietato l'abbandono dei dispositivi di protezione su marciapiedi, strade, piazze, parchi, ville e spiagge.

"Con l'ordinanza n. 103 si sancisce il divieto di abbandono dei "dispositivi di protezione individuale" dal Covid-19 su suolo pubblico (mascherine, guanti...). Per chi contravviene la sanzione amministrativa va da 25 a 500 euro, salve le ipotesi di reato" si legge nel sito del Comune. Viene poi spiegato nel testo dell'ordinanza che sarà ammesso il pagamento in misura ridotta.

​Regole per smaltire dispositivi di protezione

Per evitare l'abbandono per strada e prevenire che i cittadini gettino i dispositivi nell'errato contenitore, l'Iss ha pubblicato le regole per lo smaltimento di tali dispositivi. 

Se ci si trova a casa è necessario smaltire mascherine e guanti monouso, come anche la carta per usi igienici e domestici (es. fazzoletti, tovaglioli, carta in rotoli) nei rifiuti indifferenziati.

A lavoro, a meno che i rifiuti non siano già assimilati ai rifiuti urbani indifferenziati e in questo caso i dispositivi saranno smaltiti come tali, dovranno essere presenti contenitori dedicati alla raccolta delle mascherine e dei guanti monouso che minimizzino le possibilità di contatto diretto del lavoratore con rifiuto e contenitore.

I punti di conferimento dovrebbero preferenzialmente essere situati in prossimità delle uscite dal luogo di lavoro e comunque in luoghi areati ma protetti dagli agenti atmosferici.

Prima della chiusura del sacco, personale addetto provvederà al trattamento dell’interno del sacco mediante spruzzatura manuale (es. 3-4 erogazioni) di idonei prodotti sanificanti.

​Secondo gli ultimi dati, il numero complessivo dei casi di Covid-19 in Italia dall'inizio dell'epidemia ha raggiunto i 230.158 con un'aumento di 300 unità. Nell'ultimo giorno sono morte 92 persone, mentre il bilancio complessivo delle vittime raggiunge quota 32.877. La crescita del numero di persone che sono guarite dalla malattia è stata nelle ultime 24 ore di 1.502 unità, che porta il totale dei guariti a 141.981.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала