Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

India, fugge dal virus in bici: ragazzina pedala per 1.200km per portare a casa il papà disabile

CC0 / PxHere / Una bicicletta
Una bicicletta - Sputnik Italia
Seguici su
A soli 15 anni, in sella alla sua bici, Jyoti Kumari ha dovuto pedalare per sette giorni, trasportando il papà disabile, per tornare da New Dehli al proprio villaggio. Il padre aveva perso il lavoro durante l'emergenza Covid.

Da Nuova Dehli a casa, per 15 giorni, pedalando per 1.200 km, trasportando il papà disabile sul portapacchi della bici, perché non c'erano altri mezzi per fuggire dalla capitale durante la pandemia. E se c'erano, il trasporto era troppo caro o inarrivabile per il padre disabile. Una storia di coraggio, forza e tenacia, quella di questa ragazzina di ferro, Jyoti Kumari. Ma la sua grande impresa non è rimasta inosservata. 

Jyoti viveva con il padre, Mohan Paswan Kumari, a Gurugram un sobborgo della capitale. Il papà, rimasto incapace di camminare in seguito a un infortunio,  in seguito alla crisi economica provocata dall'esplosione del Covid-19, aveva perso il suo lavoro di autista di un risciò automatico. 

Senza introiti, non avendo come sopravvivere durante l'emergenza, padre e figlia comprendono di essere costretti a tornare al proprio villaggio, Darbhanga, nello stato di Bihar, 1.200 km a Sud Est dalla capitale. 

"Non avevo altra scelta" ha detto la giovane alla stampa nazionale. "Non saremmo sopravvissuti se non fossimo andati in bicicletta nel mio villaggio".

Così è iniziato il disperato viaggio di Jyoti, in fuga dalla morte per fame o per Covid-19, a bordo di una bicicletta. Perché treni, autobus non sono alla portata di tutti. La piccola ha pedalato per sette giorni, percorrendo 1.200 km, con il papà a bordo, prima di arrivare finalmente a casa. 

​Durante il viaggio papà e figlia sono sopravvissuti solo grazie all'aiuto di chi, durante il tragitto, offriva loro cibo e acqua. La giovane racconta anche di un camionista che gli ha dato un passaggio per un tratto del tragitto. Arrivati a casa si sono ricongiunti con la mamma e il resto della famiglia, ma sono stati costretti alla quarantena. 

L'impresa della quindicenne, tuttavia, ha attirato l'attenzione della federazione indiana di ciclismo, che ha offerto a Jyoti l'opportunità di entrare nell'accademia. 

"Deve avere qualcosa in lei. Penso che pedalare per più di 1200 km non sia un lavoro mediocre. Deve avere la forza e la resistenza fisica. Vogliamo testarlo", ha detto il presidente della federazione  Onkar Singh. 

La storia è stata notata anche da Ivanka Trump, figlia del presidente Usa, che ha commentato: "Un bellissimo esempio di forza e amore". 

A causa del coronavirus, in India è esplosa una crisi umanitaria dovuta al lockdown. Migliaia di famiglie sono state costrette a tornare a piedi o con mezzi di fortuna, ai propri villaggi, con bambini piccoli o genitori anziani. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала