Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La portaerei USS Theodore Roosevelt torna a salpare dopo due mesi di battaglia contro il coronavirus

© REUTERS / U.S. NavyHelicopters fly from the aircraft carrier USS Theodore Roosevelt (CVN 71) during a resupply mission with the aircraft carrier USS Carl Vinson (CVN 70) in this U.S. Navy handout picture taken in the Gulf of Oman April 13, 2015 and released April 20, 2015
Helicopters fly from the aircraft carrier USS Theodore Roosevelt (CVN 71) during a resupply mission with the aircraft carrier USS Carl Vinson (CVN 70) in this U.S. Navy handout picture taken in the Gulf of Oman April 13, 2015 and released April 20, 2015 - Sputnik Italia
Seguici su
Con oltre 1.000 casi di infezione della nuova malattia da coronavirus (COVID-19) a bordo, la portaerei a propulsione nucleare della Marina degli Stati Uniti era stata ormeggiata alla base navale Guam dal 27 marzo.

La portaerei della USS Theodore Roosevelt è finalmente tornata in servizio dopo aver trascorso quasi due mesi a Guam a causa di una epidemia di COVID-19 a bordo, ha annunciato mercoledì la Marina americana.

La Marina americana ha affermato che il Roosevelt è entrata nel Mare delle Filippine il 21 maggio per "condurre voli di qualificazione della portaerei".

"È bello essere di nuovo in mare", ha dichiarato in una nota il contrammiraglio Stu Baker, comandante del Carrier Strike Group (CSG) 9. "Vedere la Theodore Roosevelt e il Carrier Air Wing 11 ritornare alla loro missione nell'Indo-Pacifico è un grande traguardo per l'equipaggio."

La portaerei è stata messa agli ormeggi dopo che oltre 1.000 dei suoi quasi 5.000 membri dell'equipaggio sono risultati positivi al coronavirus a marzo. Secondo il recente annuncio della Marina, un numero limitato di marinai prenderà parte all'attuale spiegamento.

"Stiamo ridimensionando i nostri equipaggi a bordo in base ai nostri requisiti di missione", ha affermato il capitano Carlos Sardiello, comandante di Theodore Roosevelt. "La qualifica della portaerei richiede meno personale rispetto alle altre missioni e il numero di marinai a bordo consentirà di aumentare il distanziamento sociale durante la navigazione."

La Marina ha dichiarato che i marinai hanno "attraversato le procedure di routine e di emergenza durante l'esecuzione delle misure di allontanamento del COVID-19".

A partire da mercoledì, gli Stati Uniti rimangono il Paese più colpito dalla COVID-19, confermando oltre 1,55 milioni di casi di infezione e oltre 93.400 vittime, secondo i dati dalla Johns Hopkins University.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала