Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

San Severo, Foggia: centinaia i partecipanti ai festeggiamenti non autorizzati

Seguici su
A San Severo in provincia di Foggia si è oltre la Fase 2, lì tutto è tornato alla normalità di prima. Niente mascherine, tutti in strada senza distanza.
Almeno 300 persone hanno partecipato ai festeggiamenti della Madonna del Soccorso nel comune di San Severo in provincia di Foggia.
Festeggiamenti che le attuali disposizioni non autorizzano perché vige ancora il divieto di assembramento. Tuttavia i giovani che si vedono nel video postato su Facebook sembrano essere incuranti dei divieti anti nuovo coronavirus.
Si vedono, infatti, mentre si “lasciano rincorrere” da potenti fuochi d’artificio accesi per decine di metri lungo le strade del quartiere popolare Luisa Fantasia.
Nel video si nota anche l’arrivo di una auto delle forze dell’ordine.
Il sindaco di San Severo ha fatto sapere che porterà quanto accaduto sul tavolo del Comitato per l’ordine pubblico del prefetto di Foggia.

La reazione del prefetto di Foggia

Il prefetto di Foggia ha fatto sapere che quanto accaduto non passerà inosservato e che il Comitato per l’ordine pubblico se ne occuperà, anche alla luce dei messaggi dedicati all’ex boss di San Severo “Coccione” ucciso in un agguato mafioso due anni fa.
All’Ansa il prefetto Raffaele Grassi ha stigmatizzato il comportamento della comunità di San Severo” per il comportamento intollerabile e ingiustificabile, nel mentre tutta la nazione esce da una fase difficile per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus.
La manifestazione si è svolta senza autorizzazioni, ha ribadito il prefetto di Foggia, che chiede a tutti di avere senso di responsabilità individuale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала