Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Appello Confcommercio a Governo in attesa Cdm su dl Rilancio: ‘Risorse vere’

© Sputnik . Aleksey Sukhorukov / Vai alla galleria fotograficaEuro
Euro - Sputnik Italia
Seguici su
Confcommercio chiede risorse vere in questa fase 2, resta in attesa che il Cdm approvi il dl Rilancio che promette di dare più risorse alle imprese e agli italiani.

Alle imprese “servono misure vere e adeguate” scrive Confcommercio al Governo in attesa che si riunisca il Cdm che dovrà approvare il tanto atteso dl Rilancio.

"Negli ultimi due mesi sono crollati i consumi, migliaia di imprese del terziario sono in crisi e centinaia di migliaia di posti di lavoro sono a rischio. Il Consiglio dei Ministri di oggi deve varare misure straordinarie per salvare un’economia al collasso", così scrive l’associazione dei commercianti.

Le imprese del turismo, dei servizi, dei trasporti, della logistica e delle professioni “attendono risposte concrete che si traducano immediatamente in sostegni economici senza i quali non possono esistere prospettive credibili di una Fase 2”, aggiunge Confcommercio.

L’intervento di Sangalli

Il presidente di Confcommercio Sangalli, intervistato da Il Foglio ha chiesto che si faccia di più di quanto previsto dal precedente decreto liquidità che ha messo a disposizione delle imprese prestiti da restituire in 6 anni.

Servono invece “robusti indennizzi e contributi a fondo perduto da riconoscersi a fronte delle cadute di fatturati e ricavi causate dall'impatto dell'emergenza sanitaria e per incentivi alla ricapitalizzazione”, dice Sangalli.

Serve poi un “credito d'imposta rafforzato per locazioni commerciali e contratti d'affitto d'azienda”, e inoltre servono “tempi di pagamento delle pubbliche amministrazioni davvero tempestivi”.

Contratti a termine e lavoro occasionale

Sangalli chiede un ritorno al lavoro a termine e al lavoro occasionale.

“È ormai tempo di ripristinare piena agibilità per i contratti a termine e il lavoro occasionale, e di agire per la riduzione del cuneo fiscale e contributivo sul costo del lavoro”.

In precedenza Confcommercio ha denunciato che circa 270mila micro imprese e attività commerciali potrebbero chiudere entro l'anno in modo permanente per mancanza di domanda.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала