Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Videoconferenza governo-regioni su riaperture, nuove regole per ristoranti e negozi

© AFP 2021 / Karim JaafarRistorante
Ristorante - Sputnik Italia
Seguici su
Il Comitato tecnico-scientifico ha annunciato le nuove dure regole anti-contagio per la riapertura delle attività commerciali e turistiche. Tuttavia bar e ristoranti resteranno chiusi in Piemonte e Lombardia per ora.

Il governo e le regioni in video chiamata hanno nuovamente discusso le riaperture diversificate che saranno attivate dal 18 maggio, in base ai dati relativi alla curva di infezione e al rispetto dei protocolli Inail.

Verso le 18:45, i rappresentanti delle autorità locali, il Ministro degli affari regionali e delle autonomie, Francesco Boccia, si sono incontrati in videoconferenza, così come il Primo Ministro, Giuseppe Conte, e il Ministro della salute, Roberto Speranza. Dalla videoconferenza è emersa la buona notizia che per quasi tutte le regioni ci sarà probabilmente una riapertura anticipata di bar e ristoranti, sempre con regole rigorose. Le prime linee guida del Comitato tecnico-scientifico che iniziano a circolare impongono criteri rigorosi, che interesseranno 336.137 aziende e saranno completate questa settimana.

L'incontro è stato anche determinante per stabilire quali negozi e ristoranti delle regioni potranno riaprire, infatti secondo La Stampa in Lombardia e il Piemonte, le due regioni più colpite, il giorno di riapertura di bar e ristoranti sarà probabilmente il 1° giugno.

Speranza ha affermato che ci sarà un "panel" di dati sanitari e che quando sarà pronto saranno chiare le misure e le regole attivate per le attività riaperte. Il progetto di testo suggerisce una riorganizzazione degli spazi poiché, per bar e ristoranti, l'uso di maschere è impossibile durante il servizio e "uno stazionamento prolungato può contaminare, in soggetti infetti da SARS-COV-2, superfici, piatti e posate". Quindi verrà imposto un "limite di capacità predeterminato" e uno spazio "non inferiore a 4 metri quadrati per ciascun cliente", a meno che non vengano installate barriere in plexigass. I commensali dovranno mantenere una distanza di un metro mentre discutono e ci dovranno essere quattro metri tra i diversi tavoli.

Inoltre in videoconferenza si è discusso dell'aria condizionata, alla quale, secondo la discussione, almeno all'inizio, bisognerà  preferire soluzioni che favoriscano l'uso degli spazi esterni. I buffet saranno vietati e i clienti "dovranno indossare una mascherina prima e dopo il pasto al tavolo", mentre spetterà ai proprietari rendere disponibili "prodotti disinfettanti per i clienti e il personale, oltre a disinfettare le superfici al termine del servizio".

Per quanto riguarda i negozi, quelli di meno di 25 metri quadrati potranno consentire l'ingresso a un solo cliente alla volta e indicare i percorsi da seguire per raggiungere la merce, mentre l'ambiente deve essere disinfettato ogni giorno. Lo stesso vale per parrucchieri, barbieri ed estetisti che dovranno inserire la prenotazione obbligatoria.

Fase 2

Dallo scorso 4 maggio è scattata in tutto il Paese la cosiddetta Fase 2 dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19.

In base al DPCM del governo, sono stati disposti degli allentamenti alle misure di contenimento che permettono, tra gli altri, gli spostamenti per visitare i propri congiunti, per svolgere attività fisica o motoria all'aperto e, in alcuni casi, quelli tra regioni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала