Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

A Ibiza, la pandemia potrebbe portare alla chiusura di intere strade di bar

© AFP 2021 / JAIME REINALa spiaggia di Ibiza
La spiaggia di Ibiza - Sputnik Italia
Seguici su
Sull'isola di Ibiza, a causa della pandemia del nuovo coronavirus, intere strade di bar potrebbero andare in bancarotta, riferisce The Sun.

Una parte significativa delle attività economiche dell'isola sono legate strettamente al turismo. Per i vacanzieri, sono state organizzate feste e festival su larga scala, sono stati aperti nuovi ristoranti e centri di intrattenimento.

Tuttavia fino a metà giugno, non ci saranno turisti per Ibiza, le compagnie aeree hanno cancellato tutti i voli durante questo periodo. Inoltre, le autorità spagnole hanno già dichiarato che quest'anno l'industria del turismo può fare affidamento solo sulle entrate del turismo interno. E la maggior parte dei vacanzieri è volata a Ibiza dal Regno Unito e dalla Germania.

Il ministro del turismo delle Isole Baleari, Iago Negeruela, ha già avvertito che non ci saranno inglesi a Ibiza quest'estate: le autorità del Regno hanno adottato le misure di quarantena troppo tardi, quindi ci sono molte persone con coronavirus.

I proprietari dei locali turistici temono il fallimento. Piccoli bar e discoteche possono essere chiusi per sempre se i turisti non potranno raggiungere l'isola nei prossimi mesi. Le aziende più grandi sperano di sopravvivere. Alcuni di loro cercano di guadagnare qualcosa sviluppando formati insoliti, ad esempio organizzando feste a casa online.

Inoltre anche il settore alberghiero è a rischio. Gli albergatori di Ibiza chiedono di cancellare la tassa di soggiorno per due anni. Ora, gli ospiti dovrebbero pagare circa £ 3,50 a notte a persona.

La pandemia del coronavirus

Sono 187 i paesi colpiti dalla pandemia del COVID-19. In totale, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, 3,9 milioni di persone sono state infettate dal coronavirus SARS-CoV-2, oltre 274.000 sono morte.

Allo stesso tempo, secondo le statistiche della Johns Hopkins University (USA), il numero di casi ha già superato i quattro milioni di persone, 281.000 sono morte, quasi 1,4 milioni di pazienti sono guariti. I paesi con il maggior numero di pazienti identificati con COVID-19 sono gli Stati Uniti, seguiti da Spagna, Regno Unito e Italia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала