Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

De Luca su rientro in Campania in avvio Fase 2: ‘Eravamo estremamente preoccupati’

CC BY 3.0 / Jack45 / Vincenzo De Luca 2015Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca - Sputnik Italia
Seguici su
In Campania Vincenzo De Luca ha la situazione sotto controllo. 2.000 le persone rientrate ieri in Regione, controllate e mandate a casa in quarantena. Nei prossimi giorni potrebbe fargli anche il tampone.

“Ieri era la giornata che prevedeva rientri dal nord Italia, in Campania. Eravamo estremamente preoccupati, che arrivasse in Campania qualche focolaio di contagio”.

Esordisce con queste parole il governatore De Luca durante la consueta videoconferenza stampa quotidiana.

“Grazie a Dio la situazione è sotto controllo, non abbiamo avuto problemi particolari. Abbiamo fatto controlli su 2.000 persone arrivate in Campania con i treni, con le macchine, con le agenzie di autonoleggio, in aereo”.

De Luca snocciola i dati della giornata di ieri, con 15 persone che hanno riportato una temperatura superiore ai 37,5 gradi e 300 i test rapidi fatti. Con 19 tamponi sono invece state effettuate le verifiche su situazioni che sembravano più delicate, di cui 17 sono risultati essere negativi e di altri due si attendono invece gli esiti. Presso le Asl, inoltre, sono state registrate 600 persone tra quelle giunte ieri in Campania da altre regioni.

Tamponi sui rientrati in Campania

De Luca afferma anche che si cercherà di fare i tamponi su quanti sono rientrati in Regione e che sono stati messi in isolamento domiciliare per due settimane.

I controlli continueranno anche nei prossimi giorni. Protezione civile e forze dell’ordine sono impegnati nel monitoraggio del territorio per intercettare coloro i quali provengono da fuori Regione.

L’obiettivo è quello di mappare e di tenere un controllo stretto del contagio e non delle persone, si vuole evitare che si possano accendere focolai d’infezione causati involontariamente da soggetti di rientro.

Qualcosa di simile è stato fatto in Cina sui cinesi rientrati in patria. Anche in quel caso i controlli stringenti hanno evitato nuovi focolai provocati da contagi di ritorno.

Ingressi nelle isole

Da lunedì 11 maggio saranno consentiti gli ingressi nelle isole rende noto De Luca.

Ci saranno controlli molto stringenti “perché come sappiamo ci sono lì situazioni di particolare delicatezza” afferma il governatore della Campania.

Fino ad ora in Campania sono stati registrati 4.518 (+20 oggi) casi totali del coronavirus, tra cui 369 deceduti e 1.619 guariti.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала