Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Hillary Clinton e Barack Obama potrebbero unire le forze per sconfiggere Trump alle elezioni USA?

© AFP 2021 / Robyn BECKBarack Obama e Hillary Clinton
Barack Obama e Hillary Clinton - Sputnik Italia
Seguici su
L'ex vicepresidente americano Joe Biden è emerso come presunto candidato alla presidenza del Partito Democratico dopo che i suoi rivali hanno sospeso le loro campagne. Tuttavia, a seguito di numerosi scandali recentemente emersi, comprese le accuse di violenza sessuale, Biden potrebbe perdere terreno.

L'ex candidato democratico presidenziale Hillary Clinton e il 44° presidente degli Stati Uniti Barack Obama potrebbero provare a mettere le loro forze insieme contro Donald Trump a novembre, se Joe Biden dovesse abbandonasse la gara elettorale, ha suggerito l'opinionista della rivista Hill, Douglas MacKinnon.

MacKinnon, scrittore perla Casa Bianca durante le amministrazioni dei presidenti Ronald Reagan e George H.W. Bush, ritiene che questa "combinazione davvero fuori dagli schemi" con la Clinton alla posizione di candidato e Obama come suo compagno di corsa, potrebbe creare alcuni veri e propri "problemi" per la campagna del presidente in carica negli stati incerti e in termini di calcolo complessivo del voto in generale.

“Potrebbe avversarsi uno scenario del genere? Se Biden abbandonasse la corsa e i democratici non volessero consegnare le elezioni a Trump, avrebbero bisogno di fare qualcosa di incredibilmente creativo in un lampo", ha scritto il consulente politico.

L'alleanza potrebbe trovarsi di fronte a problemi legali poiché il ventiduesimo emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti specifica che "nessuna persona sarà eletta alla carica di presidente più di due volte", suggerendo che Barack Obama non avrebbe il permesso di partecipare alle elezioni al fianco della Clinton. Tuttavia, MacKinnon ritiene che, poiché l'ex presidente verrebbe scelto per succedere a Clinton piuttosto che "eletto" nella posizione nel caso in cui qualcosa accada al presidente in carica, ciò non contraddice la legge e lo rende uno scenario più probabile.

Joe Biden è in difficoltà

L'articolo di MacKinnon arriva dopo che l'ex vicepresidente e presunto candidato democratico Joe Biden sta affrontando una crescente pressione a seguito di accuse sessuali della sua ex dipendente del Senato Tara Reade risalenti al 1993, nonché alcune tracce dello scandalo che circonda le relazioni d'affari di suo figlio Hunter in Ucraina e speculazioni sullo stato della sua salute mentale.

Tutto ciò ha indotto il consulente politico a suggerire che Biden potrebbe essere costretto a ritirarsi dalla corsa presidenziale, lasciando vacante la posizione. Tuttavia, sorprendentemente, MacKinnon non menziona il senatore del Vermont Bernie Sanders come un potenziale sostituto per la posizione di candidato, sebbene il senatore del Vermont in precedenza aveva affermato che avrebbe "sospeso" la sua campagna presidenziale.

Finora, Joe Biden ha respinto tutte le accuse. Il 1° maggio ha affrontato per la prima volta le accuse di violenza sessuale affermando che il presunto incidente non ha mai avuto luogo.

La Convenzione nazionale democratica, che si terrà a metà agosto, confermerà infine chi rappresenterà il partito durante le elezioni presidenziali del 2020 mentre cerca di negare al presidente Donald Trump un secondo mandato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала