Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sondaggi elettorali, exploit del M5S, Lega invece perde 1,2% ma resta primo partito

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Filippo AttiliIl Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, al Dipartimento della Protezione Civile per la riunione del Comitato operativo sul Coronavirus.
Il Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, al Dipartimento della Protezione Civile per la riunione del Comitato operativo sul Coronavirus. - Sputnik Italia
Seguici su
Il movimento riparte, dopo un lungo periodo di perdita dei consensi, con un punto percentuale, mentre il PD recupera terreno approfittando in un improvviso calo della Lega.

L'emergenza pandemica sta mettendo in discussione il consenso della Lega, unico partito in declino mentre tutte le altre forze politiche di centrodestra e centrosinistra vedono crescere le proprie percentuali di fiducia. E' quanto emerge dal sondaggio realizzato da Swg per il TgLa7, andato in onda la sera del 27 aprile.

Il partito guidato da Matteo Salvini, secondo queste rilevazioni, perde l'1,3%, pur mantenendosi primo partito con il 28,2% dei consensi. Il PD ne approfitta per accorciare la sua distanza dal Carroccio, anche se di poco, dato che il consenso aumenta solo di 0,3 punti, che portano i dem a un timido 20,3%.

Boom del Movimento 5 Stelle, che guadagna un punto netto di consenso e si porta  al 15,4%, allontanando il partito di Giorgia Meloni, che continua a crescere. Fratelli d'Italia, infatti, con mezzo punto percentuale in più, talloneggia i grillini con il 13,8%.

Va bene anche a Forza Italia, che guadagna +0,3 punti e si porta al 6,1%. Testa a testa per Italia Viva e La Sinistra, con 3,4% di consensi. In coda ci sono Azione, con il 2,3%, +Europa al 2,1%, i Verdi 1,9% e Cambiamo all'1%. 

L'opinione sul Recovery Fund

L'istituto ha interpellato gli italiani sullo strumento del Recovery Fund, annunciato dal premier Conte lo scorso 23 aprile, come grande passo avanti per l'Italia. 

Per il 50% degli intervistati si tratta di un compromesso accettabile, mentre solo il 13% lo ritiene una vittoria dell'Italia. Il 15% pensa invece che aver accettato l'accordo sia un grave cedimento del Paese. Infine, il 22% non si esprime.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала