Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Presidente bielorusso: potete e dovreste vivere nelle aree colpite dall'incidente di Chernobyl

© REUTERS / Vasily FedosenkoPresidente bielorusso Alexander Lukashenko
Presidente bielorusso Alexander Lukashenko - Sputnik Italia
Seguici su
Le aree colpite dal disastro della centrale nucleare di Chernobyl devono continuare a essere riabilitate e popolate, ha dichiarato il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko durante un viaggio nella regione di Gomel.

"Questo è un piccolo pezzo di terra. Ma cosa accadrà domani o dopodomani, quali sono le prospettive? Dobbiamo vedere come recupereremo l'area protetta quando il tempo passerà. E cosa possiamo prendere da lì adesso?", ha detto Lukashenko.

Secondo il servizio stampa del leader bielorusso, il presidente ha incaricato il Ministero delle situazioni di emergenza di riferire su ciò che sta accadendo nella zona di esclusione di 30 chilometri intorno alla stazione di Chernobyl, nonché di elaborare un piano per creare industrie diversificate nelle regioni colpite.

"Non sappiamo ancora dettagliatamente a che livello siamo e dove possiamo agire. Pertanto, abbiamo bisogno di ricondizionare provvisoriamente (alcune zone): queste sono Bragin, Narovlya, Khoiniki", ha detto Lukashenko.

Secondo lui, in queste aree è necessario costruire aziende diversificate al fine non solo di recuperare questi territori, ma anche di svilupparli.

Durante il suo viaggio, Lukashenko ha volato in elicottero nella regione di Narovlyansky, ha fatto conoscenza con l'avanzamento dei lavori sul campo e all'arrivo ha chiesto quali sia generalmente la situazione dello sviluppo socio-economico della regione.

Il quarto reattore nucleare della centrale nucleare di Chernobyl è esploso il 26 aprile 1986. La superficie totale dell'inquinamento da radiazioni in Bielorussia è stata di circa 46,5 mila chilometri quadrati. In Ucraina sono stati inquinati 50 mila chilometri quadrati in 12 regioni. Inoltre, 19 regioni russe con una superficie di quasi 60 mila chilometri quadrati e una popolazione di 2,6 milioni di persone sono state colpite dalla contaminazione radioattiva.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала