Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nave posatubi in grado di completare Nord Stream-2 fa rotta verso l'Estremo Oriente russo

© Sputnik . Ilya Pitalev / Vai alla galleria fotograficaCostruzione Nord Stream 2
Costruzione Nord Stream 2 - Sputnik Italia
Seguici su
Il porto britannico di Aberdeen era inizialmente indicato come destinazione finale della nave.

Lo nave posatubi russa Akademik Chersky, l'unica nave russa in grado di costruire il gasdotto Nord Stream-2, ha nuovamente cambiato rotta, secondo i dati sui portali di localizzazione navale Marine Traffic e Vesselfinder.

Secondo i portali, domenica mattina, la nave ha intrapreso la rotta per la città portuale russa dell'Estremo Oriente di Nachodka, da cui è partita il 10 febbraio.

La nave posatubi ha cambiato rotta diverse volte di recente. Alla fine di dicembre, Allseas Group S.A. (un appaltatore offshore con sede in Svizzera specializzato in posatubi) ha sospeso i lavori su Nord Stream-2 a causa della minaccia delle sanzioni statunitensi contro il gasdotto nell'ambito del National Defenсe Authorization Act statunitense per l'anno fiscale 2020.

Il completamento del progetto Nord Stream-2

Nel dicembre 2019, il ministro russo dell'Energia Alexander Novak ha dichiarato che l'uso della nave Akademik Cherskiy rimane una delle diverse opzioni per concludere il progetto Nord Stream-2, ma che ci vorrà del tempo per preparare la nave all'attuazione della missione.

A sua volta, il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato a gennaio che il gasdotto dovrebbe essere completato entro il 2021, o entro il primo trimestre del prossimo anno.

Tali sviluppi arrivano dopo che il presidente degli Stati Uniti Trump ha autorizzato il segretario di Stato e il Dipartimento del Tesoro a febbraio ad attuare una parte del disegno di legge nazionale sulla difesa che richiede sanzioni contro il progetto Nord Stream-2.

Nord Stream-2 è una joint venture tra il colosso energetico russo Gazprom e cinque società europee, la francese ENGIE, la austriaca OMV, la Royal Dutch Shell britannica e olandese, le tedesche Uniper e Wintershall.

Il doppio gasdotto da 1198 km trasporterà fino a 55 miliardi di metri cubi di gas naturale all'anno dalla Russia alla Germania sul fondale del Mar Baltico, passando attraverso le acque territoriali o le zone economiche esclusive di Danimarca, Finlandia, Germania, Russia e Svezia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала