Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Calcio o coronavirus? Per la maggior parte degli italiani non deve ripartire

© Sputnik . Vladimir Astapkovic / Vai alla galleria fotograficaCalcio
Calcio - Sputnik Italia
Seguici su
Si deve riprendere o non si deve riprendere a giocare a pallone dopo il 4 maggio? Un sondaggio lo ha chiesto agli italiani e la risposta è sorprendente.

Secondo un sondaggio di recente pubblicazione ripreso da Askanews, il 64% degli italiani crede che il campionato di calcio non debba riprendere. Ma c’è anche un 26% di irriducibili che vorrebbe tanto tornare a tifare la propria squadra del cuore.

Perché gli italiani non vogliono che si torni a giocare? Perché temono per la salute dei calciatori, temono che non sia sicuro dal punto di vista sanitario tornare a giocare.

Per un terzo degli intervistati, poi, il calcio è un settore come gli altri e non comprende perché dovrebbe essere privilegiato nell’accesso ai test e ai tamponi.

Da considerare che il 60% degli intervistati si è dichiarato molto o abbastanza tifoso e questo avvalora il sentiment degli italiani. Il 51% di questi intervistati è contrario alla ripartenza, anche se si facesse a porte chiuse.

Tra quelli che lo vorrebbero far ripartire, c’è chi crede che il calcio è un settore strategico per l’economia italiana e per tale motivo dovrebbe ripartire. In pratica viene paragonato al settore turistico e della ristorazione.

Chi deve decidere se il calcio deve riprendere?

Secondo il 77% degli intervistati è chiaro, è il Governo che deve decidere ma il 15% ritiene che dovrebbe essere la Figc a decidere e l’8% crede che spetti al Coni decidere.

Il 70% è concorde in un cosa: hanno sentito molto o abbastanza la mancanza delle partite in questi due mesi di chiusura.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала