Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Studio modelli climatici: Polo Nord senza ghiacci prima del 2050

© Sputnik . Aleksey NikolskyiPolo Nord
Polo Nord - Sputnik Italia
Seguici su
I risultati di un nuovo studio diretto da Dirk Notz dell'Università di Amburgo, nel quale sono stati analizzati 40 modelli climatici, affermano che l'oceano Artico potrebbe ritrovarsi senza ghiacci in estate prima del 2050. Tra i ricercatori dei 21 Istituti coinvolti, anche Fondazione CMCC Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici.

L'Oceano Artico in estate sarà molto probabilmente privo di ghiaccio prima del 2050, almeno temporalmente. L'efficacia delle misure di protezione del clima determinerà quanto spesso e per quanto tempo. Questi sono i risultati di un nuovo studio di ricerca che ha coinvolto 21 istituti di ricerca di tutto il mondo, tra cui autori della Fondazione CMCC, Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici.

Il team di ricerca ha analizzato i risultati recenti di 40 diversi modelli climatici. Utilizzando questi modelli, i ricercatori hanno considerato la futura evoluzione della copertura del ghiaccio marino artico in uno scenario con elevate emissioni di CO2 future e scarsa protezione del clima. Come previsto, il ghiaccio marino artico è scomparso rapidamente in estate in queste simulazioni.

Tuttavia, il nuovo studio rileva che anche il ghiaccio marino estivo Artico scompare occasionalmente se le emissioni di CO2 vengono rapidamente ridotte.

La divisione di modellazione e assimilazione dei dati CMCC ODA – Ocean ha contribuito a questa analisi dello studio la variabilità del ghiaccio marino negli scenari futuri come riprodotto negli ultimi esercizi CMIP.

"La maggior parte prevede che l'Artico si ritroverà libero dai ghiacci a settembre prima del 2050, in tutti gli scenari presi in esame." spiega l'italiana Dorotea Iovino in un comunicato di CMCC​.

Imperativo ridurre le emissioni di CO2

"Se riduciamo le emissioni globali in modo rapido e sostanziale e manteniamo il riscaldamento globale sotto i 2° C rispetto ai livelli preindustriali, il ghiaccio marino artico probabilmente scomparirà occasionalmente in estate anche prima del 2050. Questo ci ha davvero sorpreso”, ha affermato Dirk Notz, che guida il gruppo di ricerca sul ghiaccio marino presso l'Università di Amburgo, in Germania, e ha coordinato lo studio.

Attualmente, il Polo Nord è coperto da ghiaccio marino tutto l'anno. Ogni estate, l'area della copertura del ghiaccio marino diminuisce, in inverno cresce di nuovo. In risposta al continuo riscaldamento globale, l'area complessiva dell'Oceano Artico coperta da ghiaccio marino è stata rapidamente ridotta negli ultimi decenni. Ciò influisce sostanzialmente sull'ecosistema artico e sul clima: la copertura del ghiaccio marino è un terreno di caccia e habitat per orsi polari e foche e mantiene l'Artico fresco riflettendo la luce del sole.

Quanto spesso l'Artico perderà la sua copertura di ghiaccio marino in futuro dipende in modo critico dalle future emissioni di CO2, mostra lo studio. Con emissioni più elevate, l'Oceano Artico sarà privo di ghiaccio nella maggior parte degli anni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала