Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Milano solidale all’insegna del volontariato cristiano: un pasto caldo ai più bisognosi

© Sputnik . Vladimir Pesnya / Vai alla galleria fotograficaIl Duomo, Milano
Il Duomo, Milano - Sputnik Italia
Seguici su
All’ombra della “Madunina” del Duomo di Milano, dal 29 di marzo, tutte le domeniche è stato instaurato un servizio di consegna a domicilio di pasti caldi alle persone bisognose.

Un’iniziativa di grande solidarietà nata dalla collaborazione fra il famoso Hotel Cavalieri di Piazza Missori, a qualche centinaia di metri dal Duomo, proprietà del noto imprenditore e politico Roberto Bernardelli, i volontari del SOGIT (Soccorso dell’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme), i City Angels di Mario Furlan, un gruppo di tassisti e di NCC (noleggio con conducente).

Ogni domenica, lo chef Paolo Scaccabarozzi con lo staff del ristorante dell’Hotel Cavalieri, preparano fino a 600 pasti che poi, grazie all’azione di volontari, vengono consegnati a domicilio ad altrettante persone sole e bisognose.

© Foto : Eliseo BertolasiLali Panchulidze
Milano solidale all’insegna del volontariato cristiano: un pasto caldo ai più bisognosi - Sputnik Italia
Lali Panchulidze
Sputnik Italia ha raggiunto la dottoressa Lali Panchulidze Aznauri, georgiana, vice presidente dell’Associazione Aristocrazia Europea, che con l’architetto Massimo Sottili sono i due responsabili del servizio.

– Dottoressa Lali com’è nata questa iniziativa? Da chi è partita?

Un senzatetto - Sputnik Italia
Covid-19. Emergenza senzatetto
– Il SOGIT, di cui ho l’onore di far parte, si occupa di volontariato sociale, protezione civile, primo soccorso e 118. In questa emergenza pandemica da Coronavirus eravamo quindi già attivi in altri servizi, ma quando l’amico imprenditore milanese Roberto Bernardelli, proprietario del Hotel Cavalieri ci ha chiesto di collaborare alla distribuzione domiciliare dei 400 - 600 pasti che il suo ristorante prepara, ogni domenica, per le famiglie bisognose, abbiamo subito dato la nostra adesione. Il SOGIT, a livello nazionale, in maniera autonoma opera già distribuendo mascherine e guanti, generi alimentari e di prima necessità. Un generoso contributo all’iniziativa è arrivato anche grazie al supporto fornito dall’Antica Trattoria Galeria e dalla Taverna del Pesce dei Cantieri Navali San Marco di Massimo Sottili, architetto e artista, oste per passione, insieme al quale coordiniamo i Volontari Nazionali SOGIT.

© Foto : Eliseo BertolasiVolontari del SOGIT davanti al Hotel Cavalieri
Milano solidale all’insegna del volontariato cristiano: un pasto caldo ai più bisognosi - Sputnik Italia
Volontari del SOGIT davanti al Hotel Cavalieri

Umanità e comunità

– Quali le motivazioni che hanno spinto Lei e gli altri componenti di questo progetto di solidarietà a scendere in campo in aiuto dei più bisognosi?

Pedro Sanchez - Sputnik Italia
Lettera aperta di Sanchez alla Ue: "Senza solidarietà perdiamo tutti"
– Semplicemente, anche in questa situazione eccezionale, cerchiamo di dare il nostro piccolo contributo. Ci sentiamo umanità e comunità e facciamo semplicemente quello che riteniamo sia giusto fare. E ci tengo a dire che sono tanti anche gli stranieri, quelli regolarmente presenti in Italia, che oltre ad aiutare i propri compatrioti, vogliono sostenere e in tal modo anche ringraziare la loro seconda patria l’Italia, che li ha accolti, che mi ha accolto, parlo in prima persona, che ci ospita e ci ha dato un lavoro e un futuro. Questa è anche la filosofia e lo spirito della Associazione culturale internazionale “Italia – Georgia - Eurasia” (ACIGEA) della quale sono orgogliosa fondatrice e presidente, che raccoglie soprattutto: georgiani, italiani e russi, ma anche ucraini, armeni e diverse coppie e famiglie miste.

© Foto : Eliseo BertolasiLali Panchulidze, Roberto Bernardelli, volontario del SOGIT
Milano solidale all’insegna del volontariato cristiano: un pasto caldo ai più bisognosi - Sputnik Italia
Lali Panchulidze, Roberto Bernardelli, volontario del SOGIT

– Quindi la sua Associazione ACIGEA e SOGIT, due soggetti diversi per storia e per identificazione geografica, sono ora uniti dagli stessi valori di solidarietà cristiana?

Pakistani Christians attend an early morning Easter service at St. Patrick church in Karachi, Pakistan, Sunday, April 16, 2017 - Sputnik Italia
“Difendere i Cristiani per salvare la nostra civiltà”
– Certamente si! ACIGEA è un’associazione fortemente identitaria eurasiatica, il SOGIT, istituzione italiana, dipende dal JOIN (Johanniter International, Ordine di San Giovanni, Baliato del Brandeburgo) che, insieme ai “cugini” dell’Ordine di Malta, rappresenta 900 anni di storia ed impegno dei cavalieri ospitalieri, ma che, a differenza del cattolico SMOM (Sovrano Militare Ordine di Malta), è aperto a tutti i cristiani delle diverse chiese e confessioni, quindi anche a noi ortodossi e orientali. Grazie ai legittimi discendenti di alcune antiche dinastie di origine bizantina e russa (Paleologo, Leopardi, Cantacuzino, Focas, Castriota, Troubezkoy) ed alla benedizione della Santa Chiesa Ortodossa di Grecia, Costantinopoli, Georgia, Romania e Russia abbiamo avviato questa collaborazione internazionale nel solco della “tradizione giovannita” (in riferimento a San Giovanni) russa che ha avuto il suo apice con lo Zar Paolo I come Gran Maestro dell’Ordine di San Giovanni.

– Quali sono i casi più drammatici che state seguendo? Ne ha qualcuno in particolare da raccontare?

– Abbiamo casi di famiglie cristiane molto numerose, sia italiane che straniere, con gravissimi problemi, ai limiti della povertà assoluta, ma che mostrano grandissima dignità e forza di spirito, data dalla loro fede, e spesso sono proprio loro a consolare, o a far sorridere i nostri volontari che magari si emozionano, o si trovano in imbarazzo. Di particolare posso solo ringraziare i nostri fratelli giovanniti ortodossi russi che hanno accolto e che stanno fornendo supporto, soprattutto come traduttori, alla fraterna missione medico-sanitaria proveniente dalla Russia che ora opera in provincia di Bergamo. Infine voglio ringraziare i nostri sacerdoti Padre Ambrogio Pirotta, Padre Kirioni Machaidze e Padre Ioan Cocan, per il loro supporto spirituale e materiale.

Indispensabile l’aiuto di volontari

– Avete bisogno di aiuto? In che modo è possibile aiutarvi?

Medici cubani in partenza per l'italia - Sputnik Italia
Coronavirus, 52 medici volontari cubani in arrivo in Italia
– Abbiamo sempre bisogno di volontari, cerchiamo: maggiorenni di sana e robusta costituzione, preferibilmente automuniti, meglio se medici o sanitari, ex-appartenenti alle Forze Armate e dell’Ordine, in quanto persone in possesso di esperienze analoghe, poiché ora non abbiamo il tempo di fare formazione, per consolidare e ampliare i nostri servizi. Ma abbiamo anche bisogno di donazioni economiche, anche piccole; ci basti pensare che con soli 50 euro riusciamo a sfamare una famiglia di cinque persone per una settimana), o direttamente di generi alimentari non deperibili come ad esempio: scatolame di carne, pesce, verdure e legumi, pasta e riso, sughi e olio.., come in ugual modo abbiamo bisogno di mascherine e guanti di sicurezza. Possiamo pure valutare diverse forme di collaborazione, convenzione e pubblicità-progresso con ristoranti e imprese, anche col fine di dare una mano alla ripartenza economica di tutti.

– Vuole lanciare un appello?

– Certamente! L’unione fa sempre la forza e “fare del bene fa bene, sia a chi riceve, sia che a chi dona”.

Grazie alla libera informazione Sputnik ci da la possibilità di farci conoscere e di poter così rafforzare la nostra opera sociale.

Lascio volentieri anche le nostre coordinate IBAN, qualora qualcuno fosse interessato a delle donazioni:

CCP ACIGEA - pro SOGIT

IT08R0760101600001045247952

Se invece ci fossero volontari disposti a dare una mano, possono contattarci a questo indirizzo: Segreteria comitato “Volontari Nazionali” e coordinamento “Giovanniti Ortodossi” SOGIT volontarinazionalisogit@gmail.com

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала