Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus, Iss conferma: animali domestici non trasmettono virus all'uomo

© Sputnik . Alexey Kudenko / Vai alla galleria fotograficaCane e gatto
Cane e gatto - Sputnik Italia
Seguici su
L'Iss riconferma che, nonostante gli animali domestici presenti nelle nostre case possano essere contagiati dal Covid-19 stando a contatto con persone infette, non esistono prove evidenti che gli animali da compagnia svolgano un ruolo epidemiologico nella diffusione del virus all'uomo.

Il nuovo rapporto tecnico dell'Istituto superiore di Sanità conferma la mancata presenza di prove a favore del fatto che gli animali domestici, soggetti anch'essi a possibilità di contagio se a contatto con persone infette da Covid-19, rappresentino un mezzo di diffusione del virus.

L'Iss ha poi dichiarato che, vista l'importanza di un compagno domestico che può fornire vantaggi durante il periodo di isolamento, è necessario proteggere i suddetti animali attraverso precauzioni, specialmente nel caso in cui questi ultimi siano stati contagiati.

"Gli animali da compagnia possono essere potenzialmente esposti al virus SARS-CoV-2 in ambito domestico e contrarre l’infezione attraverso il contatto con persone infette. Ciononostante, allo stato attuale, non esistono evidenze che gli animali da compagnia svolgano un ruolo epidemiologico nella diffusione all’uomo di SARS-CoV-2. Anzi, il Rapporto con gli animali è importante per il nostro benessere in questo periodo di forzato isolamento. Tuttavia per proteggerli è necessario adottare precauzioni per un accudimento sicuro, soprattutto se si è contagiati." si legge nel comunicato dell'Iss.

​"A fronte di oltre 2,3 milioni di casi di COVID-19 riportati nell’uomo in tutto il mondo sono stati segnalati solo quattro animali (due cani e due gatti) con diagnosi certa per SARS-CoV-2 in condizioni naturali. Ciononostante, occorre agire con un principio di precauzione ed evitare che gli animali possano contrarre l’infezione ed eliminare il virus, analogamente a quanto accade nell’uomo e come suggerito dalle infezioni sperimentali" spiega nel comunicato l'Iss.

 

Precedentemente, uno studio condotto dai ricercatori dell'Istituto di ricerca veterinaria di Harbin ha dimostrato che i gatti sono sensibili al COVID-19 e possono infettarsi a vicenda, tuttavia non era stato ancora determinato se potessero trasmettere l'infezione del nuovo tipo di coronavirus all'uomo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала