Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

San Marzano, sindaco anticipa fase 2: cimitero e pescheria riaprono

© Foto : Pixabay CC0Sardine al mercato del pesce
Sardine al mercato del pesce - Sputnik Italia
Seguici su
Le aperture saranno a tempo parziale, due volte a settimana per il cimitero, mentre la pescheria sarà aperta la domenica mattina con lo stesso orario delle edicole.

Da oggi, nella città capitale agro-sarnese del pomodoro, entrano in vigore delle misure di alleggerimento del lockdown che di fatto anticipano la fase 2. La decisione è del sindaco Cosimo Annunziata, che con un'ordinanza entrata immediatamente in vigore, stabilisce la riapertura a tempo parziale della pescheria e del cimitero cittadino. 

Una ripartenza a "tempo parziale"

Non si tratterrà di una riapertura a pieno regime. L'accesso sarà possibile solo in alcuni giorni della settimana. 

Il cimitero aprirà le sue porte il venerdì, dalle ore 8 alle 13 e dalle ore 14 alle 17, e il sabato mattina  dalle 8 alle 13. Le pescherie , invece, apriranno solo la domenica, dalle 6 alle 14, lo stesso orario delle edicole. 

I negozi di generi alimentari e altri servizi essenziali saranno aperti dal lunedì al sabato, seguendo l'orario dalle 6 alle 19.30 di sera. 

"Cerchiamo di dare la possibilità ai cittadini di visitare le tombe dei propri cari al Cimitero seppur solo per l’intera giornata del venerdì e il sabato mattina. Inoltre diamo un po' di ossigeno alle attività commerciali con l’apertura domenicale delle pescherie”.

Così ha spiegato il primo cittadino, assicurando che non c'è “nessuna fuga in avanti o ritorno immediato alla normalità in relazione ad assembramenti di persone ma la necessità di offrire uno spiraglio, vista anche la flessione dei contagiati su tutto il territorio regionale e in particolare nella nostra area". 

Nonostante San Marzano sia stato uno dei primi comuni della regione in cui ci sono stati decessi, i circa 10 positivi adesso sarebbero tutti guariti. "Il rischio 0 non esiste- prosegue Annunziata - il rispetto delle prescrizioni sanitarie è indispensabile ma dobbiamo anche individuare un percorso che consenta ai cittadini di avere maggiore consapevolezza ma anche speranza”.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала