Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bergamo, sindaco di Bonate Sotto ringrazia i militari russi per l’aiuto nella lotta al coronavirus

© Sputnik . Press service of the Ministry of Defence of the Russian Federation / Vai alla galleria fotograficaL'ospedale da campo a Bergamo in cui lavoreranno i specialisti italiani e russi
L'ospedale da campo a Bergamo in cui lavoreranno i specialisti italiani e russi - Sputnik Italia
Seguici su
Il sindaco di Bonate Sotto (Bergamo), Carlo Previtali, ha ringraziato i militari russi per la loro assistenza nella disinfezione delle pensioni e ricoveri del circondario, riferisce il Ministero della Difesa russo.

Esperti militari russi, insieme al personale militare dell'Unità italiana di protezione chimico, nucleare, batteriologica, hanno disinfettato le case per anziani in tre pensioni nei comuni di Piario, Albino e Bonate Sotto.

"In momenti così difficili, è importante che le persone, indipendentemente dal colore della pelle, dalle opinioni o dalle fedi, si incontrino per affrontare l'emergenza comune. Grazie per essere venuti da noi e averci fornito un aiuto così importante" – l’ufficio stampa del ministero russo cita le parole del sindaco di Bonate Sotto Carlo Previtali.

In totale, gli epidemiologi militari russi e gli specialisti delle truppe di protezione chimica, batteriologica e nucleare del Ministero della Difesa della Federazione Russa, congiuntamente ai militari italiani, hanno effettuato una completa disinfezione delle pensioni per anziani in oltre 63 insediamenti della Lombardia. In totale finora sono stati disinfettati 71 edifici e strutture, oltre 600 mila metri quadrati di locali interni e oltre 90 mila metri quadrati di strade e ambienti esterni.

Dal 22 marzo alla mattina del 25 marzo, sono arrivati ​​in Italia 15 aerei cargo dalla Russia, che hanno portato circa 100 virologi militari e specialisti epidemiologhi del Ministero della Difesa della Federazione Russa, otto squadre mediche e infermieristiche, nonché attrezzature per la diagnosi e la disinfezione.

In Italia, secondo gli ultimi dati, sono stati registrati 178.972 casi di infezione, quasi 45 mila persone sono state curate. Il numero di morti ha superato i 23 mila, di cui oltre 12 mila registrati nella sola Lombardia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала