Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pompeo: paesi ripenseranno a uso tecnologia Huawei dopo il "ruolo della Cina nel coronavirus"

© AP Photo / Amr NabilSegretario di Stato USA Mike Pompeo
Segretario di Stato USA Mike Pompeo - Sputnik Italia
Seguici su
All'inizio di questa settimana, Reuters ha riferito, citando fonti senza nome, che Huawei stava spostando la produzione di chip da Taiwan Semiconductor Manufacturing Co Ltd a Semiconductor Manufacturing International Corporation, con sede a Shanghai, in previsione di nuove restrizioni statunitensi.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha affermato che il ruolo della Cina nella pandemia di coronavirus probabilmente farà sì che i paesi ripensino all'uso delle sue reti 5G di Huawei, il colosso della tecnologia.

"Sono molto fiducioso che il fatto che il Partito Comunista Cinese non sia riuscito a essere trasparente, aperto e a gestire i dati in modo appropriato porterà molti, molti paesi ripensare ciò che stavano facendo rispetto alla loro architettura delle telecomunicazioni", ha detto Pompeo a Fox Business Network.

Ciò è stato dichiarato dopo che Reuters all'inizio di questa settima ha affermato che il colosso tecnologico cinese Huawei aveva iniziato a spostare gradualmente la produzione di chip da Taiwan Semiconductor Manufacturing Co Ltd (TSMC) a Semiconductor Manufacturing International Corp (SMIC), con sede a Shanghai, in anticipazione di ulteriori restrizioni da parte degli Stati Uniti.

In precedenza, i media statunitensi avevano affermato che erano state concordate nuove restrizioni da parte di alti funzionari statunitensi che richiedevano alle società che collaboravano con Huawei di ricevere delle licenze prima di vendere i chip utilizzando tecnologie prodotte negli Stati Uniti.

Washington ha imposto sanzioni per Huawei l'anno scorso per la prima volta, accusando il colosso della tecnologia di collaborare con l'intelligence cinese, un'accusa che la compagnia nega. Nonostante le restrizioni statunitensi, che tra le altre cose includono il divieto a Google d'installare il proprio sistema operativo Android su nuovi modelli di smartphone Huawei, il gigante della tecnologia cinese ha riferito il mese scorso che i suoi ricavi sono cresciuti di oltre il 19% l'anno scorso.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала