Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Parlamento europeo mette parola fine ai coronabond, e vota sì recovery bond e Mes

© Sputnik . Aleksey Vitvitskiy / Vai alla galleria fotograficaParlamento Europeo
Parlamento Europeo - Sputnik Italia
Seguici su
Il Parlamento europeo approva i Recovery bond e l'uso discrezionale del Mes, ma dice no ai 'coronabond'. Sì anche alla flessibilità sul deficit e al Fondo per gli indigenti.

Al Parlamento europeo la risoluzione a favore dei Recovery bond e del Mes passa con 395 sì, 171 contrari e 128 astenuti. Per quanto riguarda i coronabond è no del Parlamento Ue con l’appoggio anche della Lega.

L’europarlamento esorta gli Stati a usare il Mes, quindi, se avranno bisogno di aiuti economici nell’immediato presente e futuro.

Per quanto riguarda la flessibilità nell’uso dei fondi strutturali con cui gli Stati potranno affrontare l’emergenza coronavirus, vi è stato un plebiscito di favori con 689 sì, 6 contrari e 1 astensione.

La flessibilità proposta dalla Commissione Ue con il nome di ‘Iniziativa d’investimento in risposta al coronavirus plus (Crii Plus), garantisce flessibilità totale nell’uso delle risorse legate alla politica di coesione.

Uffici BCE a Francoforte - Sputnik Italia
La Lega spiega il no ai coronabond e attacca il M5s: "consegnano Italia a Troika e Germania"

Gli Stati potranno così trasferire le risorse economiche tra diversi fondi, regioni e settori, tutte procedure straordinarie che prima non erano consentite dall’Ue. La proposta elimina anche l’obbligo di cofinanziamento dello Stato, dando così la possibilità di usare solo le risorse economiche giunte dall’Europa.

L’ultima parola spetta al Consiglio europeo del prossimo 23 aprile, quando si riuniranno in videoconferenza i capi di governo e di stato dei 27 Paesi dell’Unione Europea per prendere decisioni sul futuro, che in molti politici definiscono decisioni esistenziali.

Approvato il Fondo indigenti

Il Parlamento europeo ha dato via libera anche al Fondo di aiuto agli indigenti (Faed) per finanziare l’acquisto di dispositivi di protezione per i lavoratori e i volontari, ma anche per garantire l’erogazione di bonus spesa ai meno ambienti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала