Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Istat, in alcuni comuni aumento oltre 100% di decessi a marzo e aprile rispetto agli anni passati

© REUTERS / Flavio Lo ScalzoСотрудник похоронного агентства в медицинской маске во время транспортировки гроба с телом умершего от коронавируса в городе Бергамо, Италия
Сотрудник похоронного агентства в медицинской маске во время транспортировки гроба с телом умершего от коронавируса в городе Бергамо, Италия - Sputnik Italia
Seguici su
L’Istituto nazionale di statistica (Istat) ha in fase di compilazione una statistica che comprende i decessi quasi in tempo reale nei Comuni italiani.

Tali dati, ancora molto parziali precisa L’Istat, indicano che su 1689 comuni analizzati al 16 aprile il numero di decessi è aumentato del 20% se confrontato con lo stesso periodo degli anni precedenti.

I dati sono stati confrontati con lo stesso periodo preso come riferimento, per gli anni che vanno dal 2015 al 2019.

In alcuni comuni italiani, in particolare quelli più colpiti dalla pandemia, il numero di decessi si è elevato in modo cospicuo. Bergamo ad esempio riporta un +382,8% di decessi, ma anche Crema segna un +322% di decessi e Piacenza +309,1% di morti.

Seguono Cremona a +286,6% e Lodi +261,5% nono stante sia stata indicata come zona rossa subisce meno perdite di Bergamo. Anche Brescia ha visto elevarsi il numero di morti del +203,8%.

Fino ad ora in Italia secondo i dati della Protezione Civile sono stati registrati 168.941 casi totali del coronavirus, di cui 22.170 deceduti. In precedenza un rappresentante dell'Oms ha spiegato che l'elevata letalità del coronavirus in Italia è dovuta al gran numero di anziani e alla scarsa consapevolezza dei sintomi della malattia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала