Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Allarme dal segretario generale Onu: a rischio la vita di migliaia di bambini nel 2020

© AP Photo / Petros GiannakourisBambini nel campo per i migranti di Moria sull'isola di Lesbo, Grecia
Bambini nel campo per i migranti di Moria sull'isola di Lesbo, Grecia - Sputnik Italia
Seguici su
Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ammette che a seguito della recessione globale provocata dalla pandemia di coronavirus quest'anno nel mondo potrebbero esserci decine di migliaia di morti infantili.

Oggi il segretario generale ha presentato una relazione sui rischi che i bambini devono affrontare nella situazione attuale.

"Nel contesto della crescente recessione globale di quest'anno, potrebbero registrarsi centinaia di migliaia di decessi infantili", ha detto Guterres nel suo video messaggio. Ha invitato le famiglie e i leader politici a proteggere i bambini.

Il segretario generale ha osservato che quasi tutti gli studenti non frequentano le scuole ora.

"Alcune scuole offrono l'apprendimento a distanza, ma non è accessibile per tutti. I bambini nei Paesi con collegamento internet lento e costoso si trovano in una posizione estremamente svantaggiata", ha affermato Guterres.

Secondo lui, 310 milioni di studenti, quasi la metà del numero totale di bambini nel mondo, vedono proprio nella scuola l'unico posto dove possono ottenere un pasto caldo. Allo stesso tempo anche prima della pandemia di coronavirus, il mondo si trovava di fronte a indicatori inaccettabili di malnutrizione e ritardo della crescita nei bambini.

Come ha sottolineato Guterres, i bambini fuori dalle scuole stanno diventando sempre più testimoni e vittime della violenza domestica.

Per quanto riguarda la situazione sanitaria, Guterres ha sottolineato che la pandemia ha influenzato i programmi di vaccinazione. "Le campagne di vaccinazione contro la poliomielite sono state sospese. Le campagne di vaccinazione contro il morbillo hanno smesso di funzionare in almeno 23 Paesi. E poiché i servizi sanitari sono sovraccarichi, i bambini malati hanno meno accesso alle cure", ha affermato il segretario generale delle Nazioni Unite.

Secondo lui, i leader politici dovrebbero fare tutto il possibile per mitigare l'impatto della pandemia. 

"Dobbiamo anche dare la priorità ai gruppi più vulnerabili: bambini in situazioni di conflitto, bambini rifugiati e sfollati, bambini con disabilità", ha concluso.

Nel mondo, secondo gli ultimi dati aggiornati dall'Istituto Hopkins, circa 2 milioni e 165mila persone sono state contagiate dal coronavirus, 144mila sono le vittime, mentre il numero di guariti arriva quasi a 550mila.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала