Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus, amministrazione Trump intende riaprire alcuni Stati già il 1 maggio

© AP Photo / Bebeto MatthewsPasseggero metro New York - Coronavirus
Passeggero metro New York - Coronavirus - Sputnik Italia
Seguici su
Nel documento pubblicato da The Washington Post quale viene specificato che ad essere riaperti per primi potrebbero essere le scuole, le chiese e i campi estivi.

L'amministrazione americana avrebbe elaborato un piano di graduale riapertura del Paese a partire dal 1° maggio prossimo.

E' questo quanto emerge da un documento pubblicato da The Washington Post, nel quale viene specificato che ad essere riaperti per primi potrebbero essere le scuole, le chiese e i campi estivi.

L'obiettivo del governo, stando al documento, sarebbe quello di fornire delle linee guida a stati e amministrazioni locali su come gestire la fase di transizione e arrivare gradualmente alla rimozione delle restrizioni e al ritorno alla normalità.

Un piano in tre fasi

Le direttive dell'amministrazione Trump dovrebbero comprendere un programma di ripresa in tre fasi:

  • l'obiettivo della prima di esse è quello di preparare la nazione a riaprire ad inizio maggio;
  • la seconda, che dovrebbe invece durare fino al 15 maggio, servirà invece ad assicurarsi l'incremento nella produzione di kit per i tamponi e attrezzatura protettiva;
  • la terza ed ultima fase, invece, consiste nella riapertura vera e propria, con direttive e gradualità diverse da stato a stato.

Durante tutte le fasi, viene sottolineato nel documento, sarà essenziale continuare ad attenersi in maniera molto rigida alle raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, quali la necessità di lavarsi spesso le mani e di indossare la mascherina.

Secondo gli esperti citati dal The Washington Post, tuttavia, la rimozione delle misure di contenimento potrebbe portare ad un incremento significativo della curva dei contagi.

Gli USA tagliano il finanziamento OMS

Nelle scorse ore il presidente americano Donald Trump ha annunciato la sospensione del finanziamento all'OMS da parte degli Stati Uniti.

Il tycoon non ha risparmiato critiche all'organizzazione, accusandola di aver nascosto informazioni di cruciale importanza e di aver gestito in malo modo la pandemia di Covid-19.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала