Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sapore di sale, sapore di mare: sì, ma a tre metri di distanza

Seguici su
Il panorama balneare italiano, così come le regole di comportamento al mare potrebbero profondamente cambiare, la prossima estate, a causa della pandemia di Covid-19.

"Sapore di sale, sapore di mare che hai sulla pelle che hai sulle labbra quando esci dall'acqua", recita il testo di una celebre canzone di Gino Paoli.

Ebbene, proprio il luogo di vacanza per eccellenza degli italiani potrebbe essere tra quelli maggiormente interessati dal coronavirus .e potrebbe non essere più così facile "venirsi a sdraiare" l'uno vicino all'altro dopo aver fatto il bagno.

Potrebbe trattarsi di una vera e propria rivoluzione, alla quale stanno già lavorando le associazioni balneari, impegnate in una lotta contro il tempo per non farsi trovare impreparate per l'arrivo della bella stagione.

Ombrelloni ad una distanza minima di tre metri, impianti per la sanificazione, installazione di dispenser d’igienizzante nei bagni, nei bar, negli ex spazi comuni e addirittura l'ipotesi di barriere in plexiglass (un'azienda del modenese le avrebbe già messe a punto) a separare ogni gruppo di persone e accesso scaglionato per gli ospiti di ogni stabilimento in base alla fascia d'età.

Queste sono solo alcune delle misure che saranno passate al vaglio da governo e amministrazioni locali e che potrebbero trasformare profondamente i paesaggi balneari su tutto lo stivale.

Non tutti però sono d'accordo

Un'idea, quella dei separé in plexiglass, che a qualcuno però fa già storcere il naso, come il presidente della cooperativa bagnini di Rimini, Mauro Vanni, come riferisce Tgcom24:

"Credo sia un'idea balzana dai costi improponibili. Voglio vedere chi si chiuderebbe in un recinto come questo, tra quattro pareti di plexiglas, sotto il sole cocente. Faremmo morire i nostri clienti di disidratazione. Chi viene al mare vuole stare all'aria aperta e non in quello che assomiglia a un recinto per polli", sono state le sue parole.

Il governo promette: "Andremo al mare"

Sta di fatto che il governo farà di tutto per far sì che italiani possano godersi l'estate al mare, come sottolineato dal sottosegretario al Mibact Lorenza Bonaccorsi che a Rainews dice:

"Andremo al mare questa estate. Stiamo lavoriamo per far sì che possa essere così. Ci stiamo lavorando".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала