Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Esperto valuta quando torneremo a volare dopo la pandemia di Covid-19

© Sputnik . Vladimir Astapkovich / Vai alla galleria fotograficaPasseggeri in mascherine nell'aeroporto Sheremetyevo
Passeggeri in mascherine nell'aeroporto Sheremetyevo - Sputnik Italia
Seguici su
Il giornalista esperto di viaggi e turismo irlandese Eoghan Corry, fondatore della nota rivista di viaggi Travel Extra, esprime la sua autorevole opinione su come funzioneranno i diritti di rimborso per i viaggi e soggiorni annullati e, soprattutto, tenta una previsione su quando finalmente si tornerà a volare.

Eoghan Corry, giornalista irlandese esperto di viaggi e fondatore nel 2002 di Travel Extra, la più seguita rivista di viaggi in Irlanda, ha risposto alle domande del portale irlandese RSVP, che gli ha chiesto di formulare una previsione sulle tempistiche di ripresa del settore viaggi e voli. Secondo Corry il mondo tornerà a volare come prima, ma non troppo presto.

"Spero di essere di nuovo sull'aereo a settembre, ma sembra che ciò accadrà solo nella primavera del prossimo anno - fino a quando tutto potrà funzionare di nuovo completamente" - ipotizza Corry.

Nel suo contributo l’esperto spiega anche che la ripresa dei viaggi dipenderà non solo dalla fine del picco della crisi del coronavirus ma anche direttamente dal ripristino dell'intero settore turistico e ha consigliato di non annullare i tour previsti per il prossimo futuro, soprattutto se già pagati in anticipo.

Cosa deve fare chi ha già prenotato le vacanze

Da esperto viaggiatore - in un anno realizzava in media 30 viaggi - Eoghan Corry ribadisce l'importanza di leggere bene i termini scritti nei contratti: se è il cliente a recedere, allora è lui a perdere buona parte o persino l’intero importo. Al contrario, se il viaggio non si potrà effettivamente eseguire per forza maggiore, come appunto nel caso della pandemia in corso, saranno allora i tour operator stessi e le compagnie aeree a dover annullare e, se proprio non potranno restituire le somme ricevute, per lo meno offrire un buono per futuri viaggi o una qualche compensazione.

In caso il viaggiatore abbia sottoscritto una buona assicurazione di viaggio, potrebbe persino (almeno in teoria) ricevere rimborsi completi di spese accessorie.

“La prima cosa che devi ricordare è che se annulli o recedi perdi tutti i tuoi soldi. Se decidono loro che non puoi volare o l'hotel non può ospitarti, allora sono invece loro contrattualmente obbligati a offrirti un'altra prenotazione o i tuoi soldi indietro. È molto semplice. Non annullare. Se annulli tu, non hai nulla. Se cancellano loro, ti salvi", conclude Eoghan Corry.

Per quanto riguarda la ripresa normale dei voli, il comproprietario dell'aeroporto Sheremetyevo di Mosca, Alexader Ponomarenko, aveva in precedenza espresso un parere non molto difforme da quello di Corry. Secondo questi, in uno scenario ottimistico, i voli internazionali riprenderanno non prima di luglio e torneremo a vedere un flusso di passeggeri come quello pre-Covid solo verso la fine dell’anno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала