Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte insiste: o Europa ammorbidisce linea o avanti da soli

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Filippo AttiliConferenza stampa del Presidente Conte sulle nuove misure del Governo per il contrasto e la prevenzione della diffusione del virus COVID-19
Conferenza stampa del Presidente Conte sulle nuove misure del Governo per il contrasto e la prevenzione della diffusione del virus COVID-19 - Sputnik Italia
Seguici su
In un'intervista alla Bild, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte non ha mostrato segni di cedimento sulla posizione che l'Italia ha all'interno dell'Eurogruppo in merito alle misure per fronteggiare e "guarire" dall'infezione sulle economie che ha provocato il coronavirus.

"La Germania non ha vantaggi se l'Europa affossa nella recessione. Le nostre economie sono messe alla prova. Siamo di fronte alla più grande crisi dopo la guerra. Dobbiamo sviluppare gli strumenti fiscali necessari ed essere reattivi", ha dichiarato Conte, aggiungendo di non pretendere che "la Germania e l'Olanda paghino i nostri debiti".

Nel difendere la sua posizione Conte ha fatto notare quello che hanno messo in campo Usa e Cina per fronteggiare la crisi.

"Mettono a disposizione il 13% del loro Pil", chiedendo pertanto "un ammorbidimento delle regole di bilancio", in caso contrario, avverte Conte, "dovremo fare senza l'Europa e ognuno farà per conto suo".

Poi in un altro passaggio Conte sottolinea che l'Europa deve essere qualcosa che non si fermi alla sola economia.

"L'Europa non significa solo economia, ma include anche la dignità umana... Il virus soffia come il vento. Tutti i popoli d'Europa devono aiutarsi a vicenda... Non abbiamo mai vissuto una situazione di crisi di questo tipo pertanto sono i cittadini europei che si aspettano una soluzione europea".

Nel frattempo è atteso in serata un vertice a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte, il titolare del Mef Roberto Gualtieri, il capo della Farnesina Luigi Di Maio e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, con al centro il dibattito in Europa sul piano economico anti-coronavirus della Ue.

Mes contro coronabond

Secondo gli ultimi dati, l'Unione Europa nel suo complesso per numero di casi di COVID-19 supera gli Stati Uniti, il Paese più colpito con oltre 400mila casi al momento. In Europa quelli che hanno avuto più casi di coronavirus sono nell'ordine Spagna, Italia, Francia e Germania.

Nell'Eurogruppo c'è unanimità per affrontare insieme le conseguenze deleterie economico-sociali che ha provocato la pandemia di coronavirus, ma si dibatte ancora sulle ricette da usare per superare la situazione d'emergenza dal punto di vista economico.

Da una parte ci sono Germania e Olanda, sostenuti dai Paesi "virtuosi" del Nord, convinti che per affrontare la crisi si possa sfruttare il Mes, aprendo eventualmente a qualche modifica del meccanismo. Dalla parte opposta ci sono gli altri Paesi guidati da Francia e Italia, convinti che per affrontare la crisi bisogni ricorrere a metodi innovativi come i coronabond, richiamandosi ai principi di solidarietà e spirito comune propri dell'Unione Europea.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала