Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte e le carceri italiane: ‘Non ci giriamo dall’altra parte’

© Filippo AttiliIl premier Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi
Il premier Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi - Sputnik Italia
Seguici su
Giuseppe Conte parla della situazione delle carceri italiane intervistato dal quotidiano del Vaticano l'Osservatore Romano. In carcere si producono mascherine, e in 4mila li abbiamo messi agli arresti domiciliari.
“Il governo di certo non si gira dall’altra parte rispetto alla condizione delle carceri e alla tutela della salute dei detenuti e di tutti coloro che in esse lavorano.”

Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervistato da l’Osservatore Romano, il quotidiano del Papa, che gli ha domandato cosa fosse possibile fare per migliorare la condizione dei carcerati. Argomento che preoccupa il Papa in questi mesi di pandemia.

Conte dice che nelle carceri sono state adottate misure di “massima precauzione” per ridurre al minimo il rischio, dopo le rivolte violentissime di inizio marzo.

In 4mila detenuti sono stati spostati dalle carceri e collocati altrove, dice Conte al quotidiano cattolico. Di questi molti sono transitati agli arresti domiciliari.

Carceri dotate di tensostrutture

Conte riferisce anche che le carceri sono state dotate di 151 tensostrutture “per il triage in ingresso” nelle case circondariali e sono state predisposte aree di isolamento. Inoltre sono state distribuite tra i carcerati 275mila mascherine.

La visita dei caritative

Per quanto riguarda l’argomento visite da parte dei familiari Conte afferma che il numero dei colloqui è aumentato in modalità a distanza grazie ai videocollegamenti.

I carcerati produttori di mascherine

Nelle carceri si producono mascherine, Conte ringrazia gli uomini e le donne che dalle carceri hanno rifornito il Paese con 400mila mascherine e che aumenteranno presto la loro produzione.

“E rivolgo un sentito ringraziamento anche agli agenti della Polizia penitenziaria”, ha detto alla fine.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала