Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media cinesi descrivono come l'epidemia di coronavirus abbia avvicinato il futuro

© Foto : Pixabay / Gerd AltmannL'intelligenza artificiale
L'intelligenza artificiale - Sputnik Italia
Seguici su
Un professore di una Università per le alte tecnologie di Pechino ha spiegato ai media cinesi come per affrontare la pandemia di coronavirus l’umanità sia costretta a procedere a dei cambiamenti molto più rapidi del previsto e che la avvicineranno più rapidamente al futuro. Alcune conseguenze di tutto ciò saranno positive, altre no.

Il professore Zhen Yang, vice direttore della facoltà di software e sistemi di rete di Zhenhua (Pechino), in un articolo pubblicato per il giornale cinese Huanqiu Shibao, ha sostenuto la tesi secondo la quale i cambiamenti riguardanti stile di vita e tecnologici dovuti alla pandemia di coronavirus, abbiano accelerato il corso degli eventi e ci stiano proiettando almeno dieci anni nel futuro.

A fronte di attività, soprattutto nell’industria dell’intrattenimento, che si sono completamente fermate, altre sono in forte espansione. Zhen Yang parla di una intera ‘industria senza contatto’ che starebbe avendo un grande impulso – quindi intelligenza artificiale, robot, commercio e conferenze online, in generale tutto quanto possa essere automatizzato, distanziato e possa sostituire il contatto diretto.

"In effetti, vita senza contatto e sviluppo dell'intelligenza artificiale per sostituire l’uomo, erano già la tendenza per il futuro”, il giovane professore scrive, spiegando che il coronavirus non fa che accelerare la tendenza già certa.

Gli individui vengono ancora più stimolati a cercare informazioni attraverso il Web e migliorare la comunicazione, pur se virtuale, con il mondo esterno. Inoltre, la pandemia avrebbe accelerato ed ampliato il "cerchio della vita spirituale" secondo Yang.

Altro aspetto interessante è che d’ora in avanti ci sarà ancora più attenzione e interesse verso i cosiddetti ‘Big Data’, cioè quei grandi database di informazioni che aiutano ad organizzare ed elaborare le informazioni sugli individui – le loro azioni, i loro spostamenti, stato di salute.

Tra gli aspetti negativi va tuttavia sottolineato che tutto ciò non potrà che in certa misura aumentare la disoccupazione, dato che molte attività verranno sostituite da robot e sistemi di automazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала