Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus, da oggi in Lombardia obbligatorio proteggersi il volto per uscire di casa

© Sputnik . Alessandro Rota / Vai alla galleria fotograficaUn uomo in mascherina a Milano
Un uomo in mascherina a Milano - Sputnik Italia
Seguici su
La nuova ordinanza, voluta dal .governatore Attilio Fontana, entrerà in vigore oggi e vi resterà fino al 13 aprile prossimo.

Da oggi, come previsto dalla nuova ordinanza anti-coronavirus proposta dal governatore Attilio Fontana, in Lombardia sarà obbligatorio andare in giro con la mascherina o, comunque, utilizzando una protezione per naso e bocca.

La misura, che resterà in vigore da domani e fino al 13 aprile, "introduce l'obbligo per chi esce dalla propria abitazione di proteggere sé stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe".

Tra le altre norme previste, ecco anche l'obbligo per gli esercizi commerciali di fornire guanti e igienizzanti, come si legge nel testo dell'ordinanza:

"Gli esercizi commerciali al dettaglio già autorizzati (di alimentari e di prima necessità) hanno l'obbligo di fornire i propri clienti di guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l'igiene delle mani".

"Non uso la mascherina": è bufera su Borrelli

E intanto è già polemica per le parole del capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, il quale ieri in conferenza stampa, commentando le nuove norme imposte da Regione Lombardia, ha confessato di non fare uso della mascherina:

"Mascherine obbligatorie in Lombardia? Io non la uso perché rispetto le distanze. E' importante indossarla se non si rispettano le distanze", sono state le sue parole.

Le dichiarazioni di Borrelli sono subito state definite "incoscienti" da parte dell'assessore al Bilancio della Regione Lombardia, Davide Caparini:

"In Lombardia chiediamo il rispetto della distanza sociale e di proteggere naso e bocca. Dato che stiamo ancora aspettando le mascherine, che Borrelli ci ha promesso, noi lombardi lo faremo come potremo, perché ci rispettiamo. Tutti insieme lottiamo per uscire da questo incubo. frattempo la nostra Protezione civile sta distribuendo milioni di mascherine ai più fragili e alle farmacie. Il commissario, invece, oltre a fare dichiarazioni incoscienti che sta facendo?", si è interrogato Caparini.

 

 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала