Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia: Orsi nelle strade per convincere la gente a restare in casa

© Foto : PixabayOrso della Kamchatka in cattività
Orso della Kamchatka in cattività - Sputnik Italia
Seguici su
Curiosa iniziativa del sindaco di una città della Siberia orientale per convincere la gente a non uscire di casa e limitare così la diffusione del coronavirus. L’esperimento, essendo perfettamente riuscito, ora c’è chi vorrebbe replicarlo anche nella capitale.

Il Sindaco della città di Ribolovchik, nel distretto di Nizarazì, in Siberia Orientale, ha preso una decisione estrema e destinata a far discutere, ma che egli stesso ha giustificato ai media locali come ‘inevitabile’.

“L’ospedale della nostra città non sarebbe in grado di gestire un eccesso di casi di sindromi respiratorie, al tempo stesso abbiamo già due casi accertati e altri sospetti di COVID-19, non possiamo rischiare”, ha detto il Sindaco Dmitry Nesciastny ai microfoni dei cronisti.

La settimana scorsa l’amministrazione cittadina aveva provato in tutti i modi a convincere la popolazione locale ad evitare di uscire di casa nella speranza di evitare ulteriori contagi, tuttavia, i primi tepori primaverili dopo il lungo inverno siberiano, avevano dissuaso dal seguire le raccomandazioni. Al tempo stesso tutte le attività cittadine non necessarie erano state chiuse. Compreso, ovviamente, il Circo Nazionale del Grande Oriente che, tra le sue più illustri star, vanta anche quattro orsi adulti della Kamchakta. Rimasti inoperosi, e a corto di fondi, l’impresario del circo si era rivolto all’amministrazione comunale per chiedere come fare a sfamare per lo meno gli animali.

Un agente della polizia stradale su un orso a San Pietroburgo, l'opera dell'artista russo Vadim Solovyov. - Sputnik Italia
A San Pietroburgo la polizia va sugli orsi? E cosa c'entrano dinosauri e serpenti giganteschi?
Ed è lì che al Sindaco Nesciastny deve essere venuta l’idea – farli passeggiare in zone strategiche del centro della città, sotto l’attento controllo degli ammaestratori, ma facendoli sembrare del tutto randagi di modo da spaventare la popolazione.

Gli orsi della Kamchakta sono notoriamente molto aggressivi in natura, soprattutto al risveglio dal letargo, questo è noto a tutti i russi, in cattività invece sono docilissimi se ben nutriti. Appunto che non fossero orsi selvaggi nessuno lo sapeva ed appena il primo è stato individuato passeggiare liberamente nel parco, si è sparsa la voce sul gruppo della città nel social russo VK e non si è più visto nessuno per le strade.

L’esperimento, nato un po’ per caso, un po’ per necessità, essendo fin troppo riuscito, ha ispirato il deputato ultra conservatore della Duma Aleksey Debilny, che sul suo account Twitter ha scritto:

“L’esperienza avvenuta nel distretto di Nizarazì dimostra che le autorità non possono limitarsi semplicemente a suggerire le giuste misure preventive ma devono adoperare ogni strategia possibile per dissuadere. Quando si tratta di salute ogni strategia è lecita. Propongo di dotare anche Mosca di tali potenti dissuasori, in Kamchatka ne abbiamo a migliaia e sono disoccupati”, ha concluso tra il serio e il faceto lo stravagante deputato.

Questa storia vi sarà sembrata un po’ strana, soprattutto se pubblicata oggi che è il primo di Aprile. Ma che ci crediate o meno, che piaccia o no, la morale è sempre quella – cercate di restare in casa finché le acque non si saranno calmate, pare che sia uno strano mondo là fuori.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала