Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte conferma proroga della quarantena: "non abbassare la guardia"

© Sputnik . Aleksey Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaGiuseppe Conte
Giuseppe Conte - Sputnik Italia
Seguici su
Il Presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, tiene una conferenza stampa per aggiornare la popolazione sulla situazione della diffusione del coronavirus in Italia.

Conte ha firmato il nuovo dpcm, così le misure sono prorogate fino al 13 aprile.

"Si iniziano a vedere gli effetti delle misure, ma non siamo ancora nella condizione di poterle allentare", ha sottolineato.

Il premier ha chiesto ai cittadini di resistere e continuare i sacrifici per non rendere vani gli sforzi finora compiuti.

"Ci rendiamo conto che chiediamo un ulteriore sacrificio, ma se noi smettessimo di rispettare le regole e iniziassimo ad allentare le misure gli sforzi fatti sarebbero vani", ha evidenziato il presidente del Consiglio.

Poi Conte ha sottolineato che c'è qualcuno nel Paese che non rispetta le regole, per questo sono state introdotte multe salate, con l'obiettivo di scoraggiare questi comportamenti e mostrare "rispetto per chi rischia la salute e chi e' esposto ai focolai di contagio". Conte ha con rammarico annunciato che in Italia quest'anno sarà una Pasqua in quarantena, e solo dopo questa festività si potrà valutare "la prospettiva per programmare un eventuale allentamento delle misure", tuttavia non è automatico che inizierà il 14 aprile: "non siamo nelle condizioni".

Tuttavia questo ulteriore sacrificio permetterà all'esecutivvo di impostare la "Fase 2", ovvero un primo allentamento delle restrizioni in un "periodo di convivenza con il virus", non appena arriverà il parere favorevole dal Comitato scientifico.

"Nel momento in cui i dati dovessero consolidarsi e gli esperti ce lo consentiranno inizieremo a programmare una fase due, quella di convivenza col virus. Misure che pian piano portano ad un allentamento, per poi entrare nella Fase 3, l'uscita dall'emergenza. La ripresa della normalità, la ricostruzione".

Mes strumento inadeguato

Il premier Conte ha ribadito ancora una volta l'inefficacia del Meccanismo Europeo di Stabilità per fronteggiare l'emergenza del coronavirus, definito come uno "shock epocale", ed ha chiesto un "fronte comune".

"Sono stato molto chiaro con gli omologhi europei: visto che il dibattito si concentrava sul Mes, io ho detto che lo considero uno strumento assolutamente inadeguato, nato in un altro contesto, per accompagnare i singoli Stati per uscire da shock asimmetrici, ma noi stiamo attraversando shock simmetrico, uno tsunami".

Chiarimenti su passeggiate con bambini e stop ad allenamenti sportivi di gruppo

Il premier è intervenuto sulla polemica che aveva suscitato la circolare del Viminale sulle passeggiate di genitori e figli minori, che aveva fatto insorgere in particolare il governatore Attilio Fontana della Lombardia, la regione più colpita dal coronavirus, e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che aveva espressamente parlato di "messaggio sbagliato", che dava ai cittadini l'idea che l'emergenza fosse ormai alle spalle.

"Non abbiamo mai autorizzato il passeggio con i bambini. Abbiamo solo detto che si può consentire l'accompagno di un bambino per un genitore quando va a fare la spesa", ha detto Conte.

Nel nuovo decreto si fa chiarezza sulle sedute di allenamento nelle società sportive: sono consentiti solo allenamenti singoli.

"Una minima novità che abbiamo introdotto nel dpcm riguarda le sedute di allenamento degli atleti. Sospendiamo anche quelle onde evitare che le società sportive possano pretendere l'esecuzione della prestazione anche solo nella forma di allenamento. Gli atleti potranno allenarsi in forma individuale".

Proroga quarantena annunciata da ministri

In precedenza oggi il ministro della Salute Roberto Speranza aveva annunciato che in Italia sarebbero state prorogate fino al 13 aprile tutte le misure restrittive e limitazioni.

Secondo il ministro dell'istruzione Lucia Azzolina, anche le scuole italiane resteranno chiuse fino al 13 di aprile compreso. Per quanto riguarda, invece, la Maturità al ministero è in corso un lavoro per rimodulare gli esami di Stato.

Fino ad oggi in Italia sono stati registrati 110.574 casi totali del coronavirus, tra cui 16.847 guariti, 13.155 deceduti e 80.572 casi attuali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала