Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Esperti prevedono "apocalisse" del mercato petrolifero con $10 al barile e un consumo in forte calo

© AFP 2021 / YOUSSEF KARWASHAN Giacimento petrolifero Rmeilane in Siria
Giacimento petrolifero Rmeilane in Siria - Sputnik Italia
Seguici su
Nel marzo 2020, i prezzi globali del petrolio sono crollati in seguito all'incertezza creata dalla pandemia di coronavirus e dal fallimento dell'accordo OPEC +. Alcuni credono che la tendenza peggiorerà ad aprile.

L'industria petrolifera globale sarà significativamente trasformata a causa della "impareggiabile caduta della domanda" che questo "apocalittico" aprile porterà al mondo, hanno detto a Bloomberg alcuni esperti del settore energetico.

Secondo gli analisti, il consumo giornaliero di petrolio potrebbe precipitare di 15-22 milioni di barili questo mese rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Alcuni addirittura avvertono che il prezzo del titolo del petrolio Brent, attualmente scambiato a $ 25 al barile, potrebbe raggiungere la soglia di $ 10 al barile. La situazione creerebbe un eccesso di petrolio entro la metà del 2020, con il mondo che in questo momento è quasi fermo a causa della quarantena, suggerisce HIS Markit, una società di analisi.

Alcuni rapporti hanno precedentemente indicato che il Venezuela, un paese colpito duramente dalle sanzioni statunitensi, ha già esaurito il posto per immagazzinare le sue risorse petrolifere eccessive e ha iniziato a vendere “oro liquido” a $ 5 al barile per soddisfare la caduta della domanda globale e trovare acquirenti che non hanno paura di essere sanzionati da Washington.

Lunedì, il Brent ha raggiunto il suo minimo storico dal 2002, $ 17,79.

Lo sviluppo deriva dall'incertezza nel mercato petrolifero e nell'economia globale creata dalla pandemia di coronavirus in corso che negli ultimi tre mesi ha causato la morte di oltre 40.000 persone in tutto il mondo.

Il drastico calo dei prezzi globali del petrolio è stato inoltre aggravato a marzo dal fallimento dell'accordo OPEC + dopo che Russia e Arabia Saudita non sono riuscite a concordare ulteriori tagli alla produzione di petrolio richiesti da Riad per compensare il calo della domanda globale.

Dopo la fine dell'accordo, l'Arabia Saudita ha annunciato ufficialmente che avrebbe aumentato la produzione di petrolio ad aprile a circa 12,3 milioni di barili al giorno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала