Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media: Norvegia ha deciso di aumentare l'estrazione di petrolio

© AFP 2021 / DANIEL SANNUM LAUTENUn container viene sollevato da una gru il 15 maggio 2008 sulla piattaforma del gas Sleipner, a circa 250 km dalla costa norvegese nel Mare del Nord
Un container viene sollevato da una gru il 15 maggio 2008 sulla piattaforma del gas Sleipner, a circa 250 km dalla costa norvegese nel Mare del Nord - Sputnik Italia
Seguici su
La Norvegia, nonostante i bassi prezzi del petrolio, prevede di aumentare ulteriormente l'estrazione petrolifera, riferisce Bloomberg.

La società statale norvegese Equinor ASA intende aumentare la produzione nel giacimento Johan Sverdrup nel Mare del Nord, raggiungendo un massimo di 470 mila barili al giorno a maggio.

Si tratta di un incremento di almeno un mese in anticipo, e di 30 mila barili al giorno in più del previsto, che nelle condizioni di sovrapproduzione e della guerra del petrolio complicherà la situazione del mercato, osserva l'agenzia.

Allo stesso tempo, si presume che alla fine del 2022, la Norvegia produrrà 690 mila barili al giorno.

Lunedì, si è saputo che il prezzo del petrolio russo degli Urali è sceso ai prezzi del 1999, a 16,2 dollari al barile, riporta Bloomberg.

Il crollo dei prezzi del petrolio

All'inizio di marzo, i paesi OPEC+ non sono riusciti a raggiungere un accordo né per modificare i parametri dell'accordo per ridurre la produzione di petrolio, né per estenderlo. Riad ha insistito per un'ulteriore riduzione della produzione, ma Mosca non ha accettato, che ha proposto di mantenere le condizioni attuali.

Di conseguenza, dal 1 aprile, i membri dell'OPEC + non avranno più alcun obbligo reciproco. Successivamente, i sauditi hanno annunciato che avrebbero aumentato la produzione, avrebbero abbassato i prezzi e offerto grandi volumi di sconti ai clienti europei. Ciò ha portato al crollo delle quotazioni petrolifere nei mercati mondiali. Dall'inizio dell'anno i prezzi sono diminuiti più del doppio.

La pandemia del coronavirus rimane un altro fattore che influenza l'economia globale oltre a una forte riduzione della domanda mondiale di petrolio: questo ulteriormente peggiorato dalla riduzione del movimento delle persone e per la chiusura delle imprese , a causa della quarantena.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала