Coronavirus, Brusaferro: "A casa fino a Pasqua, poi occhio alla curva"

© REUTERS / Daniele MascoloUna donna vista sul balcone con la bandiera italiana con la scritta "tutto andrà bene" a Milano
Una donna vista sul balcone con la bandiera italiana con la scritta tutto andrà bene a Milano - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
I contagi rallentano ma solo dopo Pasqua si potrà valutare un allentamento delle restrizioni. L'infezione non scomparirà in tempi brevi, è necessario il vaccino affinché si torni alla normalità. Lo ha detto il presidente dell'ISS.

Le misure di distanziamento sociale stanno dando i loro effetti sulla curva dei contagi, perché "il rallentamento c'è. Assistiamo ad un appiattimento della curva, non ci sono ancora segnali di discesa ma va meglio", spiega Silvio Brusaferro in una intervista pubblicata dal quotidiano La Repubblica

Dovremo restare a casa per un po', "almeno sino a Pasqua e poi guardiamo i dati per stabilire come procedere". Non si sbilancia troppo Brusaferro, non è possibile "dare una risposta secca" perché dipenderà "dall'evoluzione dell'epidemia". 

Occorrerà che i contagi decrescano per riaprire gradualmente, mantenendo una cintura di protezione per i soggetti più esposti, gli anziani e i fragili. Al vaglio, spiega Brusaferro, ci sono soluzioni alla coreana, come la tracciatura dei casi positivi, "compatibilmente alle nostre leggi, anche quelle sulla privacy", precisa. 

Inoltre "è interessante anche la ricerca su kit diagnostici nuovi, che danno risposte più velocemente". La ricerca tecnologica è al galoppo: "Su tutti i temi legati alla malattia, in tutto il mondo sono in corso studi. Più passa il tempo, più la curva si appiattisce, più le conoscenze farmacologiche e tecnologiche fanno aumentare gli strumenti a disposizione per fronteggiare l'epidemia", aggiunge il presidente dell'Iss. 

Per il ritorno alla normalità ci sarà bisogno del vaccino. 

"Questa infezione globale - precisa - che per sua natura incide su aspetti importanti delle relazioni e dei contatti tra persone, non scomparirà in tempi brevi. Ci costringerà quindi a immaginare un futuro diverso, almeno finché non arriverà un vaccino oppure un farmaco efficace contro il coronavirus". 
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала