Coronavirus, soli a casa in quarantena due fratellini di Montevarchi

Seguici suTelegram
Frequentano le elementari, ma il più grande deve fare da baby papà al più piccolo dopo il ricovero della mamma in ospedale e la morte della nonna che abitava con loro. Il paese li ha adottati.

La mamma, operatrice sanitaria, si è ammalata di COVID-19 ed è ricoverata all'ospedale San Donato di Arezzo, dove giovedì scorso, nella sala di rianimazione della stessa struttura, è morta la nonna con cui convivevano. Adesso i due fratellini sono soli nella loro casa di Montevarchi, in provincia di Arezzo, la cittadina più popolosa del Valdarno. 

Una donna vista sul balcone con la bandiera italiana con la scritta tutto andrà bene a Milano - Sputnik Italia
Coronavirus, il caso del paese della Lombardia senza nessun caso positivo
La loro tragedia ha dato il via a una catena di solidarietà che ha mobilitato il paese. Adesso i due bimbi non sono soli, ma assistiti, curati e alimentati dalla comunità. Temporaneamente, finché la mamma non sarà guarita, il sindaco ha assunto il ruolo di loro tutore. La città li ha adottati.

Un gruppo di volontari, con un camper sanificato posteggiato in giardino, assiste 24h i due fratellini, che possono parlare con gli operatori dalla finestra, ricevere consigli e sostegno in questo momento drammatico. I due bambini, inoltre, sono in continuo contatto con la mamma, con cui parlano in videochiamata dal loro cellulare. 

La comunità contribuisce all'alimentazione dei piccoli, a cui viene quotidianamente consegnata una busta della spesa. Nei prossimi giorni verrà anche effettuato loro un tampone, anche se al momento sono asintomatici. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала