Pompeo commenta le accuse di Khamenei agli USA per "aver diffuso il coronavirus"

© AP Photo / Amr NabilSegretario di Stato USA Mike Pompeo
Segretario di Stato USA Mike Pompeo - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha dichiarato che il leader supremo iraniano Ali Khamenei afferma che gli Stati Uniti sono responsabili della diffusione del coronavirus.

Gli Stati Uniti, nonostante la diffusione del coronavirus in Iran, hanno imposto diverse sanzioni, affermando che stanno cercando di limitare il più possibile il commercio e il reddito di petrolio dell'Iran e accusando Teheran di sostenere il terrorismo.

L'Iran, a sua volta, accusa gli Stati Uniti di "terrorismo economico", oltre al fatto che Washington sta interferendo con le attrezzature mediche e le medicine necessarie per combattere il coronavirus.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha affermato in precedenza che gli aiuti umanitari all'Iran alla luce del coronavirus non sono soggetti a sanzioni, e che gli Stati Uniti sono pronti a fornirli.

Il leader supremo iraniano Ali Khamenei ha dichiarato che mancano i farmaci negli USA per combattere il coronavirus e ha rifiutato l'aiuto degli Stati Uniti come paese sospettato di aver creato il COVID-19. Non ha indicato direttamente che gli Stati Uniti hanno creato il coronavirus, ma ha affermato che esistono simili accuse contro Washington.

"Le invenzioni di Ali Khamenei secondo cui gli Stati Uniti sono responsabili del virus di Wuhan mettono a rischio iraniani, americani e il resto del mondo", ha scritto Pompeo su Twitter.

Il segretario di Stato americano ha dichiarato che la leadership iraniana "ha ignorato i ripetuti avvertimenti dei suoi operatori sanitari e ha negato la prima morte a causa del virus Wuhan per almeno nove giorni".

"Il regime continua a mentire al popolo iraniano e al mondo sul numero di casi e morti", ha detto Pompeo.

Allo stesso tempo, ha osservato che i funzionari iraniani hanno rubato oltre un miliardo di euro destinati a forniture mediche e continuano a nascondere disperatamente le maschere, i guanti e le attrezzature necessarie per venderle sul mercato nero.

L'Organizzazione mondiale della sanità l'11 marzo ha dichiarato l'epidemia da coronavirus COVID-19 una pandemia.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала