Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Petrolio mai così in basso dal 2016, il rublo si svaluta di conseguenza

CC0 / PIxabay / Estrazione di petrolio negli USA
Estrazione di petrolio negli USA - Sputnik Italia
Seguici su
Il prezzo del greggio Brent è sceso sotto i 28 dollari al barile per la prima volta dal gennaio 2016 trascinando la valuta russa a oltre gli 86 rubli per un euro.

Il prezzo del greggio Brent è sceso sotto i $ 28 al barile per la prima volta da gennaio 2016, secondo i dati di trading.

Intorno alle 13:30 (ora italiana), il prezzo dei future di maggio per il mix di petrolio del Brent del Mare del Nord era sceso a 27,42 dollari al barile, mentre il costo del greggio WTI era sceso in un primo momento a 26,05 dollari al barile, segnando il record dal novembre del 2002, per attestarsi poi ancora più in basso a 25,07 dollari.

Di conseguenza il rublo (la Russia è uno dei più grandi esportatori di greggio al mondo) viene ora cambiato a quasi 79 contro il dollaro e oltre 87 contro l’euro.

Questa mattina il mercato azionario russo si è aperto in rosso: l'indice Mosbirzi è sceso dell'1,9%, l'RTS - del 4,2%, scendendo sotto i 900 punti per la prima volta dall’agosto del 2016.

La situazione dei prezzi del petrolio

Ai turchi o all'Iran, a chi devono vendere il loro petrolio i curdi? - Sputnik Italia
Bloomberg avvisa del più grande calo della domanda di petrolio nella storia
Le quotazioni del petrolio e i tassi di cambio erano crollati all’indomani della notizia del mancato accordo tra i Paesi esportatori (OPEC+) sulla riduzione della produzione.

Un altro fattore che influenza le economie globali è ovviamente la pandemia di coronavirus.

Lunedì 16 marzo, il Brent ha aggiornato il suo minimo da quattro anni, scendendo di oltre il 12%. Il costo del WTI è diminuito del 10%. Tuttavia, il giorno successivo, i prezzi si sono leggermente ripresi. Gli investitori temono che le misure adottate non impediranno la recessione dell'economia mondiale e non cambieranno la situazione della produzione di petrolio.

La Federal Reserve americana e la Banca centrale giapponese hanno annunciato un nuovo allentamento della politica monetaria. In precedenza, le banche centrali cinesi, del Regno Unito e della zona euro hanno annunciato misure di sostegno.

La Banca centrale russa ha adottato una serie di misure per stabilizzare il mercato finanziario interno. In particolare, la settimana scorsa il regolatore ha annunciato che dal 10 marzo avrebbe iniziato la vendita di valuta estera.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала