Il valore dei futures su azioni cresce dopo peggiore crollo dal 1987

Seguici suTelegram
In precedenza gli indici Dow Jones Industrial Average e l'S & P 500 sono crollati rispettivamente del 12,9% e 12%, la loro peggiore performance dopo il crollo del mercato azionario "Black Monday" del 1987, con un impatto sull'intera economia globale a partire da Hong Kong e fino agli Stati Uniti.

I futures su azioni sono risaliti lunedì sera dopo le maggiori perdite dal 1987, quando i futures Dow Jones Industrial Average, con un aumento di 800 punti, secondo quanto riportato da CNBC News.

Anche i futures S&P 500 e Nasdaq 100 sono cresciuti di oltre il 3%, secondo Market Watch.

Le azioni sono crollate a seguito di una serie di misure annunciate dalla Federal Reserve statunitense, tra cui la riduzione dei tassi di interesse quasi a zero e l'acquisto di $ 700 miliardi in titoli del Tesoro e garantiti da ipoteca, nel tentativo di stabilizzare l'economia americana a causa della pandemia di COVID-19.

La chiusura di lunedì è stata la giornata peggiore per Dow Jones dall'inizio del 2017 e S&P 500 da dicembre 2018, rispettivamente.

​Il presidente Donald Trump ha affermato in precedenza che la nuova pandemia di coronavirus potrebbe portare l'economia americana a una recessione, aggiungendo che il virus potrebbe durare da luglio ad agosto.

Il virus COVID-19 ha già infettato oltre 4.600 persone e provocato almeno 85 morti negli Stati Uniti, secondo la John Hopkins University. A livello globale, oltre 167.500 persone hanno contratto la malattia e oltre 6.500 sono morte, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала