Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus USA, Trump ammette: ‘La situazione non è sotto controllo’

© REUTERS / ALEXANDER DRAGOU.S. President Donald Trump and first lady Melania Trump walk from Marine One to board Air Force One to depart Washington for travel to India
U.S. President Donald Trump and first lady Melania Trump walk from Marine One to board Air Force One to depart Washington for travel to India - Sputnik Italia
Seguici su
Donald Trump a denti stretti ha dovuto ammettere che Covid-19 è un "nemico invisibile" che negli USA non è sotto controllo. Ammette la possibile recessione economica e Wall Street si lascia cadere.

Tranquilli va tutto bene, non ho bisogno di fare il tampone. Il presidente degli USA Donald Trump per giorni ha minimizzato, tranquillizzato la popolazione, ostentato sicurezza ma si è dovuto arrendere all’evidenza e fare prima il tampone e poi ammettere che la situazione negli USA non è poi così sotto controllo.

Lo ha ammesso ufficialmente durante una conferenza stampa tenuta alla Casa Bianca in cui ha definito Covid-19, secondo lo stile americano, un “nemico invisibile”.

E poi ha aggiunto che la pandemia negli USA potrebbe finire tra i mesi di luglio e di agosto del 2020.

Trump ammette d'essere stato colto di sorpresa

“Siamo stati colti di sorpresa da questo (nuovo, ndr) coronavirus, è così contagioso…”, ha detto Trump durante la conferenza stampa dalla White House.

Però aggiunge che la risposta è stata “aggressiva” e aggiunge ancora che il problema più grave riguarda le persone anziane.

Trump, per la prima volta, ammette anche che potrebbe rendersi necessario un coprifuoco a livello nazionale nel prossimo futuro.

Economia USA verso la recessione

Trump prepara la nazione ad affrontare una possibile recessione e afferma anche che le compagnie aeree saranno sostenute al 100% per evitare il loro fallimento, in un Paese dove il trasporto aereo è vitale come lo è il trasporto ferroviario delle persone in Italia.

E Wall Street crolla e poi sprofonda

Trump ammette a denti stretti l’evidenza che aveva provato a “nascondere”, e la Borsa di New York chiude con uno dei ribassi più pesanti degli ultimi anni a -12,93%.

Anche del listino Nasdaq 100 si ode il tonfo a -12,32% e l’indice S&P 500 a Wall Street, crolla a -11,98% in un'altra giornata nera per le borse mondiali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала