Alibaba e Jack Ma donano 1 milione di mascherine all’Italia: metà arrivate

© AFP 2022 / Timothy A. ClaryJack Ma
Jack Ma - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Giunte in Italia 500mila mascherine donate dalle Fondazioni Alibaba e Jack Ma, sono un primo lotto su di un milione promesso. Jack Ma sta donando mascherine a tutta Europa, Belgio e Spagna comprese.

Il fondatore di Alibaba Jack Ma attraverso la sua omonima fondazione e attraverso la Fondazione Alibaba, avevano promesso all’Italia 1 milione di mascherine e 100mila kit di rilevamento del nuovo coronavirus.

Ebbene mezzo milione di mascherine sono giunge nel nostro Paese attraverso la Croce Rossa Italiana in collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile e il Ministero degli Esteri italiano.

Le mascherine sono giunte a Roma, dove saranno prese in consegna dalla Protezione civile e smistate presso le aree del Paese dove vi è maggiore necessità e urgenza, ovvero presso gli ospedali lombardi dove i sanitari sono rimasti a corto di dispositivi di protezione.

Queste mascherine non sono infatti destinate al commercio sul territorio nazionale, ma hanno l’obiettivo di proteggere chi è in prima linea in questa guerra contro Covid-19.

Jack Ma invia mascherine con dedica

Il visionario fondatore di Alibaba Jack Ma, ha inviato le mascherine con una dedica del tutto speciale fatta incidere sulle scatole. Sugli scatoloni è infatti possibile leggere in italiano un estratto del ‘Nessun Dorma’ di Puccini con tanto di pentagramma e note musicali:

“Dilegua, o notte! Tramontate, stelle! Tramontate, stelle! All’alba vincerò! Vincerò! Vincerò!”

In viaggio da Hangzhou via Liege fino a Roma

Le mascherine giunte quest’oggi a Roma sono partite da Hangzhou, città sulla costa orientale del Mar Cinese, e transitate per lo scalo aeroportuale di Liegi in Belgio, dove Alibaba ha un hub di smistamento.

Il carico di 500 mila mascherine è un primo lotto su due milioni di pezzi donati dalle due Fondazioni cinesi per combattere Covid-19 in tutta Europa.

Altre 300mila mascherine sono giunte lunedì all’aeroporto di Liegi con destinazione Sciensano, l’Istituto di salute pubblica del Belgio.

Ulteriori 500mila mascherine sono giunte in Spagna, all'aeroporto di Zaragoza, per sostenere il popolo iberico nella lotta contro il nuovo coronavirus.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала