Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Calcutta, quartiere a luci rosse abbandonato: paura di contrarre Covid-19

© AP Photo / Bikas DasLavoratrici del sesso India
Lavoratrici del sesso India - Sputnik Italia
Seguici su
Sonagachhi nella città di Calcutta è il più grande quartiere a luci rosse d'Asia. Con la diffusione del nuovo coronavirus, però, la città del sesso si è svuotata dei suoi clienti.

Sonagachhi a nord di Calcutta non è un normale quartiere a luci rosse; esso è una città a sé stante con centinaia di bordelli a più piani che ospitano migliaia di prostitute e decine di migliaia di persone in cerca di piacere. Nonostante ciò, negli ultimi 10 giorni le sue strade si sono svuotate a causa della paura di contrarre il nuovo coronavirus che scoraggia sia le prostitute che i clienti.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sammya Brata (@deckle_edge) in data:

Le autorità sanitarie di tutto il mondo hanno consigliato alle persone di evitare il contatto fisico con chiunque abbia sintomi di raffreddore e influenza a seguito della pandemia di coronavirus. Secondo i resoconti dei media, il numero limitato di prostitute presenti a Sonagachii si rifiutano di offrire servizi ai clienti che mostrano tosse e febbre.

Durbar Mahila Samannay Samiti (DMSS), una organizzazione che rappresenta oltre 65mila “lavoratrici del sesso” nel Bengala Occidentale, ha lanciato una campagna chiedendo alle “lavoratrici” di denunciare i clienti con sintomi da coronavirus.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ayshaaa🌼 (@bathakkatales) in data:

A partire da ora, secondo quanto riferito, nessuno è risultato positivo al coronavirus nel Bengala occidentale. Il governo statale ha comunque chiuso tutte le scuole, le materne e le scuole superiori come misura precauzionale.

L’India registra 129 casi confermati di Covid-19, secondo i dati diffusi dal Ministero federale della sanità e della famiglia. Due persone sono già morte e 13 persone sono guarite.

A livello globale il virus ha infettato un totale di oltre 180.000 persone e provocato oltre 7.000 morti.

Nel tentativo di affrontare il panico che colpisce il mondo, i medici hanno emanato una serie di linee guida, tra cui la distanza sociale da luoghi affollati come i mezzi di trasporto e i teatri; anche i bordelli dovrebbero essere evitati dal momento che sono veicolo di contagio di molte altre malattie note.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала