Governo chiederà sforamento per 10 miliardi di euro all’Ue

Seguici suTelegram
L'Italia pronta a chiedere all'Europa uno sforamento di bilancio da 10 miliardi di euro. Patuanelli lavora a misure straordinarie per tutto il territorio nazionale, per imprese, partite IVA e famiglie.

Giuseppe Conte lo aveva preannunciato ieri sera durante la conferenza stampa di annuncio del nuovo decreto ‘Io resto a casa’, che avrebbe chiesto all’Unione Europea uno sforamento ben più ampio dei 7,5 miliardi previsti in precedenza.

Secondo Reuters la cifra dovrebbe aggirarsi intorno ai 10 miliardi di euro, quindi circa 2,5 miliardi di euro in più rispetto a quanto già previsto.

Ed è il ministro del Lavoro Stefano Patuanelli a spiegare durante l’intervista telefonica a Radio Capital, che il deficit dell’Italia nel 2020 arriverà al 3%.

Patuanelli oggi termina il suo ultimo giorno di auto isolamento e si potrà così dedicare più da vicino a temi sul tavolo molto importanti in questo momento, come la cassa integrazione allargata a tutte le categorie.

E per le famiglie che “non possono andare sempre a lavoro”, verrà dato un sostegno economico.

Stop anche ai mutui, alle bollette, ai tributi su tutto il territorio nazionale dice Patuanelli a Radio Capital.

Aiuti in arrivo anche per le partite IVA dice: “Stiamo lavorando a strumenti per garantire la sopravvivenza, con misure che vadano nella direzione della sospensione dei pagamenti e del sostegno al credito”.

Fondamentale anche la “questione del Made in Italy” prosegue Patuanelli, consapevole che quanto sta avvenendo nel nostro Paese intacca, “forse per l’incapacità dall’estero di narrare le cose con verità” afferma il ministro del Lavoro Stefano Patuanelli a Radio Capital.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала