Coronavirus, Kim Jong Un tende una mano alla Corea del Sud

© Sputnik . Aleksey Nikolskiy / Vai alla galleria fotograficaIl presidente nordcoreano Kim Jong-un
Il presidente nordcoreano Kim Jong-un - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il leader nordcoreano, in una lettera al presidente sudcoreano Moon Jae-in, esprime il suo sostegno a Seul nella lotta contro l'epidemia da nuovo coronavirus. Lo hanno reso noto le autorità della Corea del Sud.

Arriva un gesto distensivo tra Pyongyang e Seul, attualmente attraversata dall'emergenza sanitaria dovuta all'epidemia da nuovo coronavirus. Kim Jong Ung ha inviato una lettere al presidente sudcoreano per esprimere vicinanza e sostegno al paese confinante. Lo rendono noto le autorità della Corea del Sud. 

“Il leader del Nord ha detto che sosterrà quietamente la lotta della Corea del Sud contro COVID-19, oltre a esprimere costante amicizia e fiducia per Moon”, riferisce Yoon Do-han, un portavoce del presidente sudcoreano Moon Jae-in.

Kim Jong Un, inoltre, ha espresso la certezza che la Corea del Sud sarà in grado di superare questo momento complicato, auspicando l'augurio che tutti i sudcoreani possano prontamente godere di buona salute. 

Il presidente Moon ha risposto alla missiva dell'omologo con una lettera di ringraziamenti. 

La situazione in Corea del Sud

Sono stati registrati 438 nuovi casi in Corea del Sud, secondo maggiore focolaio al mondo con un totale di 5.766 contagi da Covid-19 in tutto il paese. I decessi in totale sono 35. L'epicentro dell'epidemia è la città di Daegu, con 2,5 milioni di abitanti. 

La Corea del Nord, invece, al momento non ha nessun caso di contagio accertato. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала