Governo stanzia €3,6 mlrd per il coronavirus, Salvini: ne servono almeno €50 mlrd

Seguici suTelegram
Matteo Salvini in una diretta Facebook ha di nuovo criticato la reazione del governo all’emergenza coronavirus definendola inadeguata.

In una diretta Facebook l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini ha detto che “questa settimana sarà decisiva per il coronavirus” e che la Lombardia e il Veneto “stanno correndo come matti, richiamando al lavoro medici in pensione”.

Allo stesso tempo afferma che l’Europa è assente sulla questione del coronavirus e sulla nuova “bomba immigrazione”, riferendosi all’apertura dei confini tra Turchia e UE annunciata da Recep Tayyip Erdogan.

A detta sua la Lega per anni ha combattuto contro l’entrata della Turchia nell’UE.

E ora, secondo Salvini, “grazie ai geni di Bruxelles abbiamo regalato 10 miliardi alla Turchia e adesso ci dicono che d'immigrazione non se ne occupano più”.

Poi ha parlato dei tagli delle tasse e di aiuti per aiutare gli imprenditori e gli albergatori danneggiati dal coronavirus.

“Un governo serio dovrebbe dare un aiuto concreto agli imprenditori e agli albergatori, con tutte le cancellazioni che hanno subito”.

Poi ritorna nuovamente a criticare la lentezza della reazione del governo all’emergenza virus affermando che il primo allarme sulla questione è arrivato dai parlamentari della Lega e che “la prima richiesta di quarantena, di controllo sanitario risale al 30 gennaio scorso, mentre i primi provvedimenti seri e concreti del governo sono arrivati solo tre settimane dopo. 

L’ex ministro ha concluso affermando che i €3,6 miliardi stanziati dal governo per fronteggiare l’epidemia di coronavirus è come “dare l’aspirina a uno che ti viene in studio con la broncopolmonite. Ne servono almeno 50 di miliardi, stando all'associazione dei produttori".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала