Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Londra: polizia mette sotto accusa uomo per aver accoltellato muezzin in Moschea

© AFP 2021 / Odd ANDERSENPolizia antiterrorismo britannica
Polizia antiterrorismo britannica - Sputnik Italia
Seguici su
Un uomo è stato accusato di aggressione con gravi danni fisici e possesso di arma bianca per l'attentato di giovedì alla moschea centrale di Londra.

Il nome dell'indagato è Daniel Horton, 29 anni. Sabato comparirà alla corte dei magistrati di Westminster, secondo Scotland Yard.

Horton è stato arrestato giovedì con l'accusa di tentato omicidio, hanno riferito funzionari della polizia e della moschea. Il muezzin  Raafat Maglad è stato portato in ospedale per ferite da arma bianca dopo l'incidente di giovedì. È stato rilasciato più tardi ed è tornato alla moschea di Regent's Park per le preghiere del venerdì meno di 24 ore dopo l'attacco.

"Ho capito che il sangue mi scorreva dal collo e basta, poi mi hanno portato di corsa in ospedale. Tutto è successo all'improvviso ", ha detto Maglad alla BBC.

Secondo un testimone, circa 100 fedeli erano nella sala della moschea al momento dell'aggressione giovedì e circa 20 persone sono saltate sull'aggressore. "Ho sentito urlare", ha detto il testimone, che ha rifiutato di dare il suo nome completo, "e poi abbiamo visto il sangue".

Indossando una fascia per sostenere il braccio destro e circondato dalla sicurezza, Maglad ha detto ai giornalisti venerdì: "Sto bene. Questo è il mio destino". Il sindaco di Londra Sadiq Khan, anch'egli arrivato alla moschea, ha espresso sostegno a Maglad.

"È così terribile che ciò sia accaduto, specialmente in un luogo di culto. I miei pensieri sono con la vittima e tutte le persone colpite", ha scritto Boris Johnson su Twitter qui giovedì.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала